Itinerario in Olanda con bambini: a zonzo tra mulini a vento e tulipani

Il cielo grigio mette un po’ di tristezza. Non so se sia stato questo a spingermi a riguardare le foto del nostro itinerario in Olanda con bambini al seguito di qualche anno fa, il primo in cinque e per questo particolarmente speciale. Un nuovo equilibrio da stabilire, le esigenze di una persona in più, minuscola ma ingombrante allo stesso tempo, da considerare.

L’Olanda ci è sembrata la meta perfetta per accontentare tutti.  E per metterci alla prova partendo dall’Italia in macchina, per vedere se la modalità on the road potesse ancora funzionare o se per un po’ avremmo dovuto aggiustare il tiro con qualcosa di più stanziale. Abbiamo superato l’esame a pieni voti, merito forse anche dei colori intensi dei tulipani, dei canali rilassanti, della casa galleggiante in cui abbiamo dormito, degli animali della fattoria da accarezzare.

Itinerario in Olanda con bambini

Ecco quindi il nostro itinerario in Olanda con bambini della durata di una decina di giorni abbondanti, a cui ne abbiamo aggiunti tre all’andata e tre al ritorno per esplorare l’Alsazia, ma questa è un’altra storia.

Si parte per il paese dei mulini a vento.

PRIMO GIORNO

Kinderdijk – Delft: 45 Km

Iniziamo l’esplorazione proprio dai mulini, ci piace cominciare con il botto. Ci fiondiamo al sito UNESCO dei mulini a vento di Kindedijk. Definirlo spettacolare è riduttivo. E’ quell’attimo in cui ti sembra di respirare la quintessenza di un paese, quello che ti eri sempre immaginata.

Itinerario in Olanda con bambini

Siamo a una ventina di chilometri da Rotterdam, ma l’atmosfera è lontana anni luce da quella frenetica di città. Un percorso che si snoda tra 19 mulini, in mezzo a un miscuglio di canneti e canali, percorribile a piedi o in bicicletta. La modalità slow che caratterizza questo viaggio ci porta ad arrivare fino all’ultimissimo mulino lasciandoci alle spalle la ressa che, dopo aver scattato le foto di rito, si dirige all’attrazione successiva. Ripartiamo dopo un tempo infinito alla volta di Delft, una Amsterdam in miniatura. Ci gustiamo un ottimo pancake seduti ai tavolini della piazza principale, avvolti in calde coperte,  con i bambini che preferiscono scaldarsi in maniera alternativa, correndo o gattonando. A ognuno la sua attività preferita. Pernottamento a Delft.

SECONDO GIORNO

Delft – Zandvoort am Zee: 65 Km

Al mattino esploriamo Delft a piedi. E’ lunedì mattina e purtroppo i musei sono chiusi ma non è che ci dispiaccia troppo. Delft è la classica città in cui perdersi tra le viuzze, specchiarsi nei canali e andare a zonzo senza meta.

Itinerario in Olanda con bambini

Evitiamo intenzionalmente Rotterdam, già visitata in un precedente viaggio. Abbiamo voglia di piccoli centri, campi di tulipani e natura e ci dirigiamo direttamente a Zandvoort dove resteremo per tre notti. Pomeriggio ventoso ma ne approfittiamo comunque per andare in spiaggia. Sì esatto. in spiaggia. Se ci capitate d’estate, questa è una delle località balneari più famose d’Olanda, un modo per fare vita da mare alla modalità nordica che tanto ci piace. Pernottamento a Zandvoort, ottima base, volendo, per tutto il viaggio. Da qui si raggiunge comodamente Amsterdam in mezz’oretta di treno.

TERZO GIORNO :

Zandvoort am Zee – Haarlem – Lisse – Leiden – Zandvoort am Zee: 90 Km

Giorno interamente dedicato ai campi di fiori con una puntatina ad Haarlem, Lisse e Leiden ma privilegiando sempre la campagna. La giornata forse più spettacolare del viaggio dove non so quante volte abbiamo agganciato e sganciato i seggiolini. Un continuo salire e scendere dalla macchina, un tripudio di “Wow che spettacolo”.

Itinerario in Olanda con bambiniItinerario in Olanda con bambini

I campi di tulipani a portata di click (anche se con tre figli piccoli i click sono stati pochi, tocca proprio tornarci). Panini nello zaino e picnic all’aria aperta complice un tempo  davvero meraviglioso. Resta questo il ricordo forse più indelebile di questo bellissimo viaggio. Qui il nostro racconto.

QUARTO GIORNO:

 Zandvoort am Zee – Keukenhof – Madurodam – Zandvoort am Zee: 115 Km

Sveglia presto per essere i primi ad arrivare a Keukenhof, enorme giardino botanico, il più grande parco di fiori del mondo. Apre solamente due mesi all’anno (quest’anno dal 23 marzo al 21 maggio) e attira turisti da tutto il globo soprattutto nel periodo di fioritura dei tulipani. Entriamo subito alle 8, orario di apertura, per goderci il parco con calma e per trovare parcheggio. L’alternativa, sempre valida in Olanda, è muoversi in bicicletta. Il parco è semplicemente meraviglioso sia per i grandi che per gli adulti.

Itinerario in Olanda con bambini

C’è anche una zona con animali da accarezzare e annesso parco giochi per i bambini. Usciamo nel primo pomeriggio dopo l’ennesimo picnic al sole e ci dirigiamo a Madurodam, ovvero l’Olanda in miniatura che si trova a Den Haag, l’Aia, città che saltiamo perché già visitata in un viaggio precedente.

Itinerario in Olanda con bambiniItinerario in Olanda con bambini

Il parco è davvero consigliato per le famiglie per ammirare quello che si è visto o ciò che si deve ancora vedere in un on the road in Olanda. Sosta finale al bellissimo parco giochi, rientriamo alla base stanchi ma felici e soddisfatti della giornata.

QUINTO  GIORNO:

Zandvoort  – Enkhuizen – Monnickendam: 130 km

Lasciamo l’appartamento di Zandvoort direzione Enkhuizen ovvero il bellissimo Zuiderzeemuseum suddiviso in un museo all’aperto (aperto dal 1 aprile al 29 ottobre dalle 10 alle 17) e in una parte al coperto (aperta tutto l’anno tranne il giorno di Natale, stesso orario). Semplicemente favoloso! Qui si può rivivere e toccare con mano la vita in Olanda di un secolo fa. Dimore d’epoca, negozio, edifici, artigiani che lavorano come in passato, fabbri, laboratori didattici (conserviamo ancora gelosamente lo zoccolo di legno dipinto da noi), giochi di strada di una volta, pesce affumicato come un tempo da gustare con le mani.

Itinerario in Olanda con bambiniItinerario in Olanda con bambiniItinerario in Olanda con bambiniItinerario in Olanda con bambini

Itinerario in Olanda con bambiniItinerario in Olanda con bambini

Insomma semplicemente fantastico, oltre che istruttivo. Potete raggiungerlo a piedi dal villaggio di Enkhuizen oppure (solo dal 1 aprile) con il traghetto del museo che vi porta direttamente nella sezione all’aperto. Per vivere l’esperienza con tutta la calma del caso, fate in modo di restarci tutta la giornata. Oppure uscite un po’ prima dell’orario di chiusura per visitare, sempre a Enkhuizen, il minuscolo Flessenscheepjes Museum ovvero il museo delle navi in bottiglia. Piccolissimo ma fa sognare, per gli amanti del genere.  Chiude anche questo alle 17 perciò se volete visitarlo dovete uscire dallo Zuiderzeemuseum per le 16 circa in modo da avere il tempo di tornare alla macchina o andare a piedi al museo.

Raggiungiamo il prossimo alloggio dove resteremo per due notti, la bellissima fattoria Overleekerhoeve a Monnickendam.

Itinerario in Olanda con bambiniItinerario in Olanda con bambini

Per raggiungerla si percorrono stradine strettissime a ridosso dei canali ma qui per i bambini è il paradiso in terra. Dalla fattoria si può prendere la canoa e visitare così la zona. I nostri figli sono ancora troppo piccoli, lo riserviamo per il prossimo viaggio.

SESTO GIORNO:

Monnickendam – Alkmaar – Edam – Volendam – Monnickendam: 90 Km circa

Ci alziamo il mattino presto con la promessa che torneremo il più in fretta possibile a giocare alla fattoria. Destinazione Alkmaar, tassativamente di venerdì. Perché il venerdì è giorno di Kaasmarkt, ovvero mercato del formaggio (ogni venerdì dal 31/03 al 29/09 alle ore 10), un evento molto turistico e affollato ma davvero particolare e divertente anche per i bambini.

Olanda con i bambiniItinerario in Olanda con bambini

Alkmaar di per sé è molto carina, un’altra piccola Amsterdam e quindi vale comunque una visita. Cerchiamo parcheggio e ci fiondiamo sulla piazza principale dove c’è già parecchia gente.  L’evento segue un rituale molto preciso. Le forme di formaggio arrivano trasportate su speciali imbarcazioni simili a gondole e poi vengono fatte rotolare dai portatori di formaggio dal cappellino in paglia facenti parte di una corporazione che risale al 1593 e attualmente comprende 30 uomini più il capo.

@copyright Kaasmarkt.nl
@copyright Kaasmarkt.nl

Leggete qui la storia con tantissime curiosità interessanti a riguardo. Lasciamo Alkmaar e torniamo verso “casa” girando a zonzo tra i tipici villaggi di pescatori  Edam e Volendam, vicinissimi ad Amsterdam e per questo meta di gite in giornata. A un certo punto ci perdiamo tra i canali fino a raggiungere un baracchino che vende pesce. Aperitivo con vista sui mulini, atmosfera unica assaporando questi luoghi con calma. Rientriamo alla nostra fattoria.

SETTIMO GIORNO:

Monnickendam – isola di Marken – Zaanse Schans – Amsterdam: 60 km circa

Lasciamo giocare i bambini in fattoria per poi ripartire alla volta dell’isola di Marken che in realtà un’isola non è più ma la raggiungiamo comunque con il traghetto, fa più “olandese”. Marken ha preservato diverse tradizioni del passato ed è un po’ come fare un tuffo indietro nel tempo. Lasciamo Marken e manca ancora tempo prima di poter ritirare le chiavi della nostra casa galleggiante. Decidiamo così di fermarci a Zaanse Schans, di cui ho già raccontato qui le impressioni a distanza di tanti anni dalla prima visita.

Itinerario in Olanda con bambini

Arriviamo finalmente ad Amsterdam dove ad attenderci c’è una houseboat ormeggiata in un canale in pieno centro. Chiedetemi se sono felice.

OTTAVO GIORNO – DECIMO GIORNO:

Amsterdam

Amsterdam ovviamente merita un post a sé.  Abbiamo dedicato tre giorni pieni a questa città meravigliosa che ci ha accolti con cielo blu cobalto per tutto il tempo. A zonzo per il centro, giro in barca tra i canali, il Van Gogh Museum, il Nemo, il bellissimo museo marittimo, il galeone, la casa di Anna Frank, Begijnhof, il mercato dei fiori, tè alla menta e torta di mele con panna da Winkel….

Itinerario in Olanda con bambini

Itinerario in Olanda con bambiniItinerario in Olanda con bambiniItinerario in Olanda con bambiniItinerario in Olanda con bambiniItinerario in Olanda con bambiniItinerario in Olanda con bambiniItinerario in Olanda con bambiniOlanda con i bambiniItinerario in Olanda con bambini

Insomma non ci siamo fatti mancare nulla, abbiamo girato la città in lungo e in largo sapendo che la sera ad aspettarci c’era la nostra houseboat, per farci sentire un po’ pirati, un po’ gente del posto.

UNDICESIMO GIORNO:

Amsterdam  – Efteling Park: 110 Km

Lasciamo la nostra casa galleggiante a malincuore, salutiamo Amsterdam, la vacanza sta per giungere al termine. I bambini non lo sanno ancora, stiamo per fare loro una sorpresa. Un premio di fine vacanza. Il parco Efteling, di cui ho già parlato qui.

Itinerario in Olanda con bambini

Ci godiamo l’intera giornata (anche perché il biglietto è tutt’altro che economico), assistiamo allo spettacolo delle fontane Aquanura e dormiamo in un albergo davvero a misura di famiglia trovato un po’ per caso e rivelatosi invece un’ottima scelta.

DODICESIMO GIORNO:

Efteling Park  -Riquewihr: 620 Km

Lasciamo definitivamente l’Olanda e ci mettiamo in viaggio direzione Alsazia dove ci attendono cicogne e villaggi che sembrano usciti dalle fiabe.

Unico rammarico: il museo ferroviario di Utrecht (e Utrecht in generale, l’unica città già visitata in cui sarei tornata volentieri) e il Museo Kröller-Müller. Ma ci eravamo ripromessi ritmi lenti e così è stato. Del resto se non si lasciasse qualcosa indietro, non ci sarebbe più il pretesto per un prossimo viaggio.

Itinerario in Olanda con bambini: consigli utili

Nel corso dell’itinerario olandese abbiamo cambiato volutamente  cinque alloggi, una notte a Delft, tre e Zandvoort , due a Monnickendam, quattro ad Amsterdam e una fuori dal parco Efteling. A ogni località trovate il link del posto in cui abbiamo soggiornato, se può esservi utile. In realtà per il giro eseguito avremmo potuto scegliere una base unica o al massimo un paio di appartamenti. Ma volevamo vivere l’esperienza dell’houseboat, della fattoria, dell’appartamento a due passi dal mare,più una notte in hotel senza fare e disfare letti all’inizio e alla fine del viaggio. Se invece preferite non spostarvi ma rimanere a dormire sempre nello stesso posto, qualsiasi città scegliate sarà comunque vicina a quello che vorrete visitare.

Come sempre quando ci si appresta a visitare una grande città, è importante valutare la convenienza di acquistare una city card. L’argomento merita un post a parte perché non sempre rappresenta la soluzione migliore quando si viaggia in famiglia, soprattutto con bambini piccoli. Dopo vari confronti tra la Amsterdam Card e l’Holland Pass, rimanendo in giro per l’Olanda per una decina abbondante di giorni, abbiamo optato per quest’ultimo che era per noi più conveniente. L’abbiamo prenotato dall’Italia e ritirato all’ufficio turistico di Leiden visto che non c’erano i tempi per farselo spedire a casa.

Ho scoperto il sito da poco quindi non ho usufruito della loro competenza per scovare qualcosa di insolito in città, ma sicuramente non mancherà l’occasione. Vi consiglio quindi un giro sul sito InsolitAmsterdam che può tornarvi utile per trovare mete alternative.

P.s. non so se ci avete già fatto caso ma questo è l’anno perfetto per un itinerario primaverile in Olanda. Attaccando Pasqua ai ponti vari, si può stare a zonzo dal 13 aprile al 1 maggio saltando soltanto sei giorni di scuola. Io ve lo dico eh….

6 pensieri su “Itinerario in Olanda con bambini: a zonzo tra mulini a vento e tulipani”

  1. Letizia che meraviglia leggere questo racconto così “innamorato” della mia seconda casa….grazie!

  2. Irene grazie a te! Ho visto il like della tua mamma sulla pagina l’altro giorno e vi ho proprio pensate! Una terra splendida, sei fortunata a chiamarla casa! Un abbraccio

  3. Io ho addocchiato il ponte appena mi hanno dato il calendario scolastico a settembre! Un consiglio i due parchi-museo (Zuiderzeemuseum e Zaanse Schans) sembrano simili. Da preferire lo Zuiderzeemuseum?

  4. Ciao Elisabetta, sono simili come struttura ma un po’ diversi nel senso che lo Zuiderzeemuseum puoi fare proprio le attività, mentre Zaanse Schans ha i musei ma non è così interattivo. Assolutamente con i bambini se non riesci a fare entrambi preferirei lo Zuiderzeemuseum, davvero consigliatissimo! Anche tu sei una malata di ponti come me vedo :))) Buona giornata

Rispondi