A human Adventure: il museo Nasa a Milano

I miei figli hanno mille desideri “viaggerecci”. Del resto me la sono cercata, come si suol dire. Le richieste spaziano dai parchi americani alla savana africana. Dal Giappone al Polo Sud.

Tutto sommato sono desideri che abbiamo anche noi e che abbiamo contribuito a coltivare, Polo Sud compreso    – ma quello in cinque ce lo scordiamo proprio.

Cape Cavaneral e la Muraglia Cinese rientrano nella top five. E siccome sono una mamma dalle mille risorse, ma non dalle mille entrate, ho trovato un surrogato per entrambe. Per la seconda mi sto attrezzando, stay tuned.

Per la prima mi è venuta in aiuto la bellissima mostra  Nasa – A Human Adventure a Milano, un’esposizione meravigliosa che gli appassionati di astronomia non possono perdersi.

Continua la lettura di A human Adventure: il museo Nasa a Milano

Il sogno di Soliman a Bressanone: spettacolo di luci e suoni

L’Alto Adige è una meta molto gettonata per i mercatini di Natale. Arriva gente da tutta Italia mossa dal desiderio di vivere la magia del periodo che precede la festa più bella dell’anno. Le tipiche casette in legno, un tripudio di luci e profumi tra i più disparati, un invito per il palato che può sbizzarrirsi dai Kaisershmarrn ai Bratwurst.

Il sogno di Soliman a BressanoneIl sogno di Soliman a BressanoneIl sogno di Soliman a Bressanone

E poi il Glühwein, il corrispettivo del nostro vin brulé servito nelle tipiche tazze che ho collezionato nel corso degli ultimi 23 anni di onorata carriera di patita dei mercatini di Natale. Dall’Austria all’Alsazia. Dalla Germania alla Svizzera. Passando ovviamente per il Trentino Alto Adige. Un giorno -forse- vi parlerò del mio preferito, di cui non ho nemmeno una foto perché all’epoca i ricordi bastava fissarseli nella mente.

Se la meta che avete scelto per celebrare l’Avvento è Bressanone, quando cala la sera e l’atmosfera si fa più suggestiva ecco che la magia si fa completa con un bellissimo spettacolo di luci e suoni.

Continua la lettura di Il sogno di Soliman a Bressanone: spettacolo di luci e suoni

Il treno del foliage: viaggio sulla ferrovia Vigezzina Centovalli

Lo chiamano il treno del foliage perché consente di vivere l’emozione di attraversare i boschi su rotaie. In autunno lo spettacolo è assicurato con le foglie che cambiano colore creando un quadro variopinto in cui sembra di poter entrare.

Treno del foliage Vigezzina CentovalliTreno del foliage Vigezzina CentovalliTreno del foliage Vigezzina Centovalli

E poi c’è l’ebbrezza di un viaggio vero. Perché, per gli esterofili incalliti di cui -ahimé –faccio facevo parte, se non attraversi un confine non lo puoi proprio definire un viaggio. A bordo dei treni della ferrovia Vigezzina-Centovalli quel confine si varca, si parte in Italia e si approda in Svizzera. A una lentezza che fa molto esplorazioni del passato. Quasi due ore per percorrere 52 chilometri, un lungo e lento tragitto per arrivare a Locarno che, da casa nostra, dista un’ora e mezza scarsa.

Continua la lettura di Il treno del foliage: viaggio sulla ferrovia Vigezzina Centovalli

Blog di viaggi con bambini al seguito, itinerari on the road formato famiglia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: