Il mercatino di Natale di Rango nel Bleggio: stupore autentico in Trentino

Il mercatino di Natale di Rango è uno di quelli che non si dimenticano, e di mercatini di Natale ne ho collezionati parecchi. Dall’Austria alla Germania, quando ancora quest’usanza non era conosciuta in Italia. Passando poi ovviamente per l’Alsazia e la Svizzera, sconfinando in Italia, nella regione più teutonica del Belpaese, ovvero il Trentino Alto Adige.

L’atmosfera più raccolta di Vipiteno resta per me il top e, confesso, non nutrivo grande aspettative riguardo al mercatino di Natale di Rango, nonostante avessi letto solo recensioni positive. Ma io sono un po’ come San Tommaso, se non vedo non credo. Mi aspettavo le solite bancarelle, il solito vin brulé, i soliti oggetti che di artigianale ormai non hanno più nulla, la solita atmosfera magica solo perché costruita. Le aspettative erano altissime ed era difficile soddisfarle.

Il mercatino di Natale di RangoIl mercatino di Natale di Rango

Mi sono dovuta ricredere e posso sostenere con una certa cognizione di causa che il mercatino di Natale di Rango e quello di Canale di Tenno sono i più belli, autentici e particolari che io abbia mai visitato. A prova di scettici.

Rango nel Bleggio: un borgo incantato dove il tempo si è fermato

Il borgo di Rango, uno dei più belli d’Italia, è un gioiellino composto da case contadine perfettamente conservate, fontane in pietra, vicoli stretti, cortili, porticati, cantine e legnaie.

Il mercatino di Natale di RangoIl mercatino di Natale di RangoIl mercatino di Natale di RangoIl mercatino di Natale di Rango

Tutto vero, tutto reale, tutto autentico. Il tempo che sembra essersi fermato, la tradizione che ammalia e che fa venire una certa dose di nostalgia dei bei giorni che furono. La vista sull’altopiano del Bleggio è la classica ciliegina sulla torta.

Il mercatino di Natale di Rango

Dopo aver percorso le viuzze e aver ammirato in lungo e in largo il piccolo borgo del Trentino, non perdetevi quello che per noi rimane il gioiello nascosto di Rango.

Il mercatino di Natale di Rango

Il museo della scuola.

Il mercatino di Natale di Rango

Il Museo della scuola di Rango: un tuffo nel passato

Uno di quei luoghi imperdibili ostinatamente voluti da personaggi dal carisma unico che sulla sottoscritta esercitano sempre un certo fascino. Abbiamo visitato questo museo due volte nel giro di un anno  e sicuramente ci torneremo. Se avete fretta, se pensate di dedicare a Rango un’oretta, per infilarci anche Canale di Tenno e il Babbo Natale di Riva del Garda allora lasciate stare. Perché in questo museo probabilmente ci starete delle ore e non ne avrete mai abbastanza.

Il mercatino di Natale di Rango

Varcata la soglia vi sembrerà di tornare ai tempi del libro Cuore, tra Enrico Bottini, Garrone, Franti e la maestrina dalla penna rossa. Verrete travolti dalle parole del signor Tomaso (con una M sola non è un errore di battitura), il custode, di cui potete ammirare qualche video anche su Youtube. Un custode non solo del museo ma anche di quel sapere che ormai ci appare inutile e lontano. Come l’abilità di accendere il fuoco solo con la pietra focaia (di cui ne abbiamo portato a casa un pezzettino custodito gelosamente tra i ricordi di viaggio).

Il mercatino di Natale di Rango

Il Museo della scuola di Rango è in sostanza una classe rimasta congelata nel tempo, con le cartine dell’Impero d’Italia e i banchi in legno.

Il mercatino di Natale di RangoIl mercatino di Natale di RangoIl mercatino di Natale di RangoIl mercatino di Natale di Rango

Sul sito non cercate gli orari di apertura.  Arrivati a Rango davanti al museo (subito all’ingresso del paese) troverete la porta aperta o, in caso contrario, un cartello o un numero di telefono da chiamare.

Il mercatino di Natale di Rango

Non siate timidi, componetelo, quel numero. Magari vi si chiederà di aspettare perché il signor Tomaso sta pranzando, ma non demordete. Arriverà. E vi introdurrà in un mondo meraviglioso che lascerà i bambini davvero incantati.

Il mercatino di Natale di Rango

Il mercatino di Natale di Rango: l’incanto della tradizione

Il mercatino di Natale di Rango stupisce per la sua semplicità. Non ci sono le tipiche casette pre-fabbricate in legno e nemmeno le bancarelle. Tutti gli allestimenti sono alloggiati negli androni, nei vicoli, nelle piazze, nei cortili e nelle cantine delle case contadine.

Il mercatino di Natale di RangoIl mercatino di Natale di RangoIl mercatino di Natale di RangoIl mercatino di Natale di Rango

La prima immagine che viene in mente è quella di un presepe, soprattutto all’imbrunire, quando il borgo si accende delle luci del Natale. Il presepe c’è davvero, nella piazza principale.

Il mercatino di Natale di RangoIl mercatino di Natale di RangoIl mercatino di Natale di Rango

Insieme agli animali da accarezzare che faranno la gioia dei più piccoli.

Il mercatino di Natale di Rango

Perché al mercatino di Rango il Natale viene spesso definito come il mercatino dei bambini, grazie alle tante iniziative pensate per trasmettere ai nostri figli la magia di questo periodo dell’anno particolarmente suggestivo.

Accanto ai venditori di antiquariato, ci sono le donne anziane che sferruzzano a più non posso per star dietro alle richieste. Artigianato a chilometro zero nel vero senso della parola.

E poi gli addobbi per gli alberi di Natale, le decorazioni e tutte le specialità gastronomiche che emanano un profumo invitante.

Il mercatino di Natale di RangoIl mercatino di Natale di Rango

Dal paiolo enorme della polenta alle zuppe, dai canederli ai formaggi e salumi locali. Per non parlare dei dolci, dalle frittelle allo strudel.

Il mercatino di Natale di Rango

Dopo aver soddisfatto palato e vista, anche l’udito si gode la sua bella dose di spirito natalizio con la musica degli zampognari e delle fisarmoniche che allieta il borgo ogni giorno dalle 14.30 in poi.

Un tripudio di tradizioni, colori, profumi che fungono da madeleine e fanno pensare all’infanzia.

Il mercatino di Natale di Rango

Se siete in cerca di magia autentica, Rango è il posto che fa per voi.

Il mercatino di Natale di Rango: le iniziative per i bambini

La zona di Comano è, per vocazione, dedicata all’infanzia. Basti pensare alle terme per la cura della dermatite atopica (che, in occasione delle festività natalizie, resteranno aperte dal 7 dicembre al 14 gennaio). Anche Rango non fa eccezione con tantissimi eventi pensati appositamente per i più piccoli.

Il mercatino di Natale di Rango

Come l’arrivo di Santa Lucia in groppa a un asino pronta a dispensare doni e dolci ai bambini presenti. L’anno scorso ce lo siamo perso, quest’anno l’incontro con la Santa si svolgerà il 10 dicembre, se siete nei paraggi segnatevelo. La giornata del 26 dicembre sarà interamente dedicata alle famiglie con l’arrivo di Babbo Natale e con i cori delle voci bianche che rallegrano l’atmosfera.

Il mercatino di Natale di RangoIl mercatino di Natale di Rango

Tra le vie del borgo potrete trovare la Bottega dei “Popi” di Rango, dove sarà possibile acquistare direttamente da bambini e ragazzi del paese i prodotti della terra.

A far scoprire gli angoli più nascosti del borgo, ci pensa il calesse di Sisto. I bambini sicuramente apprezzeranno un giro in calesse guidato dal cocchiere Sisto.

Se temete il freddo con i bambini piccoli, potete farli scaldare nel Nido Fantabosco, una stanza dei giochi dove ogni giorno (tranne il 10, il 26 e il 30 dicembre) dalle 14 alle 17 sono presenti educatrici specializzate che fanno divertire i bambini con giochi, letture, lavoretti a tema e laboratori. Un buon modo per scaldarsi un pochino e attendere il calare della sera, quando il borgo si fa davvero magico.  

Il mercatino di Natale di Rango: informazioni utili

Quest’anno il mercatino di Natale di Rango ha aperto i battenti con un certo anticipo, il 19 novembre e chiuderà più tardi, il 30 dicembre.

Nel mese di dicembre resterà aperto nelle seguenti date:

2, 3, 8,  9, 10, 16, 17, 23, 26, 27, 30 dicembre

Nei giorni di apertura del mercatino, potete parcheggiare presso il campo sportivo di Cavrasto (troverete tutte le indicazioni) e salire al borgo a piedi oppure usufruire di una comodissima navetta (al costo di 1 Euro a/r). Noi abbiamo preso la navetta all’andata e al ritorno siamo scesi a piedi passando per Balbido, il borgo dipinto.

Il mercatino di Natale di RangoIl mercatino di Natale di RangoIl mercatino di Natale di Rango

La camminata è tutta in discesa su strada asfaltata quindi fattibilissima anche con i bambini piccoli e i passeggini.

All’ingresso del borgo troverete il chiosco per chiedere informazioni e per ritirare la mappa in modo da orientarvi tra le vie del paese.

Noi abbiamo fatto onore allo street food più genuino e tradizionale che ci sia. Prodotti a chilometro zero, un piatto di polenta fumante gustato seduti ai tavoli e alle panche presenti per strada.Ci sono ovviamente i ristoranti in paese, per stare comodi e al calduccio, ma vanno prenotati con un certo anticipo.

Il borgo è accessibile con i passeggini, l’unico inconveniente è sicuramente la ressa che potrebbe rendere difficoltoso il passaggio.

Per raggiungere Rango potete prendere l’uscita Trento Sud dall’autostrada del Brennero e seguire le indicazioni  per Madonna di Campiglio fino a Comano Terme – Ponte Arche. Poi dovete seguire la direzione Bleggio fino a Rango. Se invece, come noi, passate da Brescia, potete arrivare a destinazione costeggiando la sponda lombarda del Lago di Garda.

Potete abbinare la visita di Rango ai mercatini di Natale di Arco o al Babbo Natale di Riva del Garda.

Riva del Garda NataleArco mercatino natale

Noi ci siamo stati qualche anno fa e l’esperienza è sicuramente bella se avete bambini molto piccoli.

Il mercatino di Natale di Rango: dove dormire

Noi ci siamo fermati in zona due volte. Una volta abbiamo dormito in un appartamento trovato su Airbnb, eravamo due famiglie perciò era una casa piuttosto grande per contenerci tutti.

Un’altra volta abbiamo dormito in un posto che davvero mi sento di consigliarvi per l’originalità e l’unicità, oltre che per l’umanità delle persone che l’hanno creato.  Se passate da Casa Riga di certo non ve ne pentirete.

A human Adventure: il museo Nasa a Milano

I miei figli hanno mille desideri “viaggerecci”. Del resto me la sono cercata, come si suol dire. Le richieste spaziano dai parchi americani alla savana africana. Dal Giappone al Polo Sud.

Tutto sommato sono desideri che abbiamo anche noi e che abbiamo contribuito a coltivare, Polo Sud compreso    – ma quello in cinque ce lo scordiamo proprio.

Cape Cavaneral e la Muraglia Cinese rientrano nella top five. E siccome sono una mamma dalle mille risorse, ma non dalle mille entrate, ho trovato un surrogato per entrambe. Per la seconda mi sto attrezzando, stay tuned.

Per la prima mi è venuta in aiuto la bellissima mostra  Nasa – A Human Adventure a Milano, un’esposizione meravigliosa che gli appassionati di astronomia non possono perdersi.

Continua la lettura di A human Adventure: il museo Nasa a Milano

Il sogno di Soliman a Bressanone: spettacolo di luci e suoni

L’Alto Adige è una meta molto gettonata per i mercatini di Natale. Arriva gente da tutta Italia mossa dal desiderio di vivere la magia del periodo che precede la festa più bella dell’anno. Le tipiche casette in legno, un tripudio di luci e profumi tra i più disparati, un invito per il palato che può sbizzarrirsi dai Kaisershmarrn ai Bratwurst.

Il sogno di Soliman a BressanoneIl sogno di Soliman a BressanoneIl sogno di Soliman a Bressanone

E poi il Glühwein, il corrispettivo del nostro vin brulé servito nelle tipiche tazze che ho collezionato nel corso degli ultimi 23 anni di onorata carriera di patita dei mercatini di Natale. Dall’Austria all’Alsazia. Dalla Germania alla Svizzera. Passando ovviamente per il Trentino Alto Adige. Un giorno -forse- vi parlerò del mio preferito, di cui non ho nemmeno una foto perché all’epoca i ricordi bastava fissarseli nella mente.

Se la meta che avete scelto per celebrare l’Avvento è Bressanone, quando cala la sera e l’atmosfera si fa più suggestiva ecco che la magia si fa completa con un bellissimo spettacolo di luci e suoni.

Continua la lettura di Il sogno di Soliman a Bressanone: spettacolo di luci e suoni

Blog di viaggi con bambini al seguito, itinerari on the road formato famiglia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: