Londra con i bambini sotto Natale

Torna la magia del Natale, e torna prepotente la voglia di concedersi un viaggio con sfondo di luci, musiche, profumo di vin brulé e zenzero…

E anche quando le circostanze non consentono di organizzare nulla, la fantasia e gli archivi fotografici permettono comunque di rivivere un viaggio o di inventarsene uno di sana pianta e di trasformare un ricordo o una suggestione in un’esperienza reale. Più low cost di così si muore.

In questo caso è ancora più facile. Basta chiudere gli occhi, sorseggiare un English tea con la tazza di Starbucks, guardare qualche foto e lasciarsi trascinare. Volete seguirmi? Sto per partire per una delle mie città preferite. Londra.

Non una Londra qualsiasi, bensì quella impregnata fino al midollo di atmosfera natalizia. Non posso dire se sia la sua veste migliore, ma è di certo una delle più suggestive. E forse la più magica per stregare i viaggiatori in formato ridotto e farli innamorare di questa metropoli.

Ci siamo andati quando i figli erano solo due, vicinissimi di età e ancora piccoli. 18 mesi a dividerli, tantissimi batteri e virus a unirli soprattutto nelle vacanze e nei fine settimana.

Ma dopo aver soffocato ogni dubbio (Farà tanto freddo? Non è che ci becchiamo sei giorni di pioggia e gelo da non poter uscire di casa? E se i bimbi si ammalano come tutti gli anni in questo periodo, che a noi il ponte di Sant’Ambrogio ci porta sfiga?) abbiamo fatto clic su una prenotazione aerea destinazione Heathrow.

Cosa offre Londra per i bambini in generale e sotto Natale in particolare? Beh c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Dopo tutto “Tired of London, tired of life“, diceva Samuel Johnson.

Per chi non ha mai visto la città, va detto, il periodo natalizio non è dei migliori. La gente per le strade è tantissima, alcune fermate della metropolitana vengono addirittura chiuse per la ressa e se si ha solo il weekend a disposizione si rischia di vedere poco o niente.

Ma per chi l’ha già vista o per chi ha bambini e deve, per forza di cose, concedersi ritmi più lenti senza sperare di vedere tutto in pochi giorni, la magia invernale è assicurata.

Come iniziare a scoprire la città? Con la metropolitana (tube), Londra è ai vostri piedi, la rete è molto capillare e potete raggiungere ogni angolo della città con le sue 11 linee. Ma volete mettere il fascino dei double decker? Salite a bordo di uno dei mitici autobus rossi a due piani, rigorosamente in prima fila al piano superiore. Scegliete un bus number che vi permetta di avere una panoramica della città, il 9 o l’11 per esempio.  E godetevi la visuale in modalità slow.

Il nostro battesimo della città è stato proprio così, senza fretta, lontani anni luce dalla frenesia del turista vedo – mordo – fuggo.

Ed ecco l’elenco delle attrazioni che, nel periodo natalizio, hanno affascinato maggiormente i bambini:

  1. Il London Eye per ammirare lo skyline del palazzo di Westminster e del Big Ben. Lo scrivo per primo proprio perché spesso viene sconsigliato (un po’ per il prezzo non proprio economico). E invece per noi è stata una delle esperienze più belle ed emozionanti con i bambini al seguito. Oltre al fatto che abbiamo trovato riparo dal freddo pungente e allo stesso tempo non ci siamo fatti mancare una vista mozzafiato sulla città. Lo rifarei sicuramente. Anzi lo rifarò. Unica controindicazione: le vertigini. In base all’età e alla voglia di camminare dei bambini proseguite con una passeggiata a Southbank. Londra con bambiniLondra con bambiniLondra con bambini
  2. Covent Garden. Per quanto questo capolavoro di architettura sia una delle attrazioni più turistiche della città, resta il mio posto del cuore, forse da quando ci ho comprato il mio primo paio di Dr.Martens . E nel periodo natalizio luci e decorazioni lo rendono davvero un luogo da non perdere. Un particolare per i più piccoli: qui c’è il bellissimo negozio dei Moomin, i troll nati dalla fantasia della scrittrice e illustratrice finlandese Tove Jansson. Le storie di questi personaggi sono molto divertenti, se vi capita leggetele ai bambini prima di intraprendere il viaggio. Saranno felici di ritrovarli a Londra!Londra con bambini
  3. Tower of London. Non è una destinazione puramente natalizia ma è assolutamente un must se si viaggia con bambini (e non solo). I corvi (raven) di sicuro affascineranno i più piccoli. Non dimenticate di raccontare loro la leggenda secondo la quale quando tutti i corvi moriranno o fuggiranno dalla Torre di Londra, cadrà la corona e con essa la Gran Bretagna. Da qui la necessità di accudirli con particolare dedizione e di rimpiazzarli in caso di malattia o di morte. La sala delle torture, le armature, le spade gigantesche, i Crown Jewels scintillanti, e i Beefeaters, i famosi guardiani. Tutti gli ingredienti necessari per lasciare i bambini a bocca aperta. Durante il periodo natalizio vicino alla torre viene allestita una pista di pattinaggio sul ghiaccio. Una location davvero unica.Londra con bambiniLondra con bambini
  4. Trafalgar Square. Oltre a essere un luogo iconico della città, nel periodo natalizio acquista un fascino tutto particolare per i concerti che avvengono nella piazza. I Christmas Carols riempiranno l’aria, il buio illuminato dal gigantesco albero di Natale farà il resto. Atmosfera magica garantita. Se poi il freddo dovesse cominciare a intorpidire le dita, entrate nella National Gallery, totalmente gratuita. In determinati periodi esistono anche laboratori per i più piccoli. E se non siete troppo stanchi potete proseguire per una passeggiata nel triangolo classico Oxford Street – Regent Street – Piccadilly Circus (con puntatina d’obbligo in Carnaby Street, uno dei tanti luoghi speciali di questa città)Londra con bambini
  5. Un incontro con Babbo Natale. L’atmosfera natalizia a Londra è particolare, non c’è che dire. E le possibilità di incontrare Babbo Natale in carne e ossa sono tante. Noi abbiamo scelto il Santa Claus di Hyde Park, che, ora lo posso dire con cognizione di causa, è quello che fisicamente si avvicina di più all’originale. Il consiglio è di andarci verso sera in settimana per far sì che l’incontro sia davvero magico. Il Winter Wonderland è un mix tra un luna park e un Weihnachtsmarkt teutonico quindi cercate di evitare i momenti più affollati. Se poi la ressa è tanta, non temete, siete in uno dei parchi più belli della città. Ritrovarsi immersi nella natura è davvero un attimo. Londra con bambiniLondra con bambiniSanta Claus lo si può incontrare in tantissimi altri posti a Londra. Cercate i Santa’s Grotto che garantiscono un incontro ravvicinato con il signore barbuto. E se avete coraggio e non temete capricci di nessuna sorta, varcate la soglia di Hamley’s, il più antico negozio di giocattoli del mondo. Un paradiso da cui sarà difficile uscire a mani vuote. A meno che non riusciate a cavarvela con un “chiedilo a Babbo Natale”. La novità di quest’anno è il Santa’s Grotto in Leicester Square che si preannuncia come un altro luogo magico del Natale londinese. Londra con bambiniLondra con bambiniLondra con bambiniLondra con bambiniLondra con bambini
  6. Il Natural History Museum. Qualsiasi età abbiano i vostri figli, anche se sono davvero piccoli, non rimarranno indifferenti a questo museo. Ancora una volta gratuito. L’ingresso stupisce subito con Dippy, la riproduzione del gigantesco scheletro di Diplodocus ritrovato in Wyoming (Dippy pare che verrà sostituito nel 2017 dallo scheletro di una gigantesca balena. Dalle immagini sembra altrettanto impressionante, ma certo un dinosauro è sempre un dinosauro) che farà la gioia di ogni paleontologo in erba. Perdetevi tra le millemila sale e quando uscite lasciatevi ammaliare dall’atmosfera natalizia dell’ice rink circondato da alberi illuminati. Uno spettacolo davvero unico.Londra con bambiniLondra con bambini

Ovviamente non mi sono dimenticata di Buckingham Palace che, nonostante non abbia nulla di natalizio, ospita pur sempre una regina, figura emozionante per eccellenza per i bambini.

Londra con bambini

Infine, ça va sans dire, Londra +Bambini (ma non solo)= Harry Potter. Sto studiando con particolare attenzione l’itinerario potteriano che sarà sicuramente il protagonista di uno dei nostri prossimi viaggi. Il Natale non c’entra nulla, ma Londra è la grande protagonista.

E noi non vediamo l’ora di tornarci.

INFORMAZIONI UTILI

Londra è gettonatissima in ogni stagione e una delle domande più frequenti di chi viaggia con i bambini al seguito riguarda sicuramente l’alloggio. Dove dormire senza spendere una fortuna?

Se per la nostra famiglia questa regola vale un po’ dappertutto, a Londra o in altre città non proprio economiche, l’appartamento credo sia un must. Ognuno ha il proprio spazio vitale, senza contare che si può risparmiare parecchio sui pasti, dettaglio non proprio trascurabile. E poi, non so voi, ma quando si gironzola per una città per 9-10 ore al giorno, l’ultima cosa che desidero fare è uscire a cena. Doccia, pigiama, un piatto di pasta e tutti a nanna. Fine della giornata per i piccoli. Libro e tisana/birra per i grandi.

Noi abbiamo prenotato un bellissimo appartamento con tanto di bow windows e parquet scricchiolante in posizione strategica: Earl’s Court. Con supermercato e Starbucks praticamente sotto casa, oltre alla fermata dell’autobus e della metropolitana. What else? Abbiamo prenotato tramite il sito nyhabitat, da consultare in alternativa ad airbnb, per soggiornare in città.

Londra con bambini

Il freddo durante il periodo natalizio può essere pungente ma ovviamente gran parte del fascino va vissuto quando cala il buio. Il consiglio è di organizzare le visite al chiuso durante il giorno e lasciarvi suggestionare da piazze, luci e canti nel tardo pomeriggio.

Last but not least, a seconda dell’età dei vostri figli (o in alternativa andateci da soli lasciando l’altro genitore a casa con i bimbi – chiaramente io ho fatto così) non perdetevi un musical a Londra. I biglietti possono essere acquistati anche all’ultimo momento. Certo potreste trovarvi in primissima fila ad ammirare le gocce di sudore degli attori, ma l’atmosfera è comunque unica, da provare.

Per ogni altra informazione sul Natale a Londra consultate questo sito (in inglese) molto dettagliato e preciso.

 P.S. Le foto sono penose, ma con due bambini piccoli da rincorrere per la città. l’ultimo pensiero era la resa delle immagini. Per questo ho deciso di concedermi un regalo la prossima volta che andrò a Londra. Un workshop-tour fotografico per scoprire la capitale inglese sotto diversi e insoliti. Loro sono bravissimi, andate a curiosare. Una delle tante belle scoperte della rete.

 

3 pensieri su “Londra con i bambini sotto Natale”

  1. Hai visto? E’ il vantaggio di viaggiare in due o più famiglie. Quando trovi case enormi risparmi sempre 🙂

Rispondi