Babbo Natale a Montreux: istruzioni per l’uso

In questo periodo sto ricevendo tantissime richieste su come organizzare al meglio la visita alla casa di Babbo Natale a Montreux, in Svizzera.

Che, per inciso, è l’esperienza natalizia più vera che abbia mai vissuto finora.

Ho già scritto un post in merito a cui vi rimando se avete voglia di leggere la nostra (meravigliosa) avventura.

Avevo pensato di fare un aggiornamento nella sezione “Consigli utili” ma mi dispiaceva intaccare una “creatura”, in un certo senso snaturarla con informazioni tecniche.

Lo so, perdonatemi, è un mio limite.

Però il mio modo di scrivere riflette quello che vorrei leggere.  Nel senso che i dettagli uno, volendo, può cercarseli.

Mentre la suggestione, la magia, la spinta a invogliarti ad andare proprio in quel posto lì appartengono a un livello di scrittura differente. Che meglio si adatta alla sottoscritta e allo scopo di questo diario virtuale.

Ma capisco anche l’esigenza pratica, per carità. E districarsi nell’organizzazione di un viaggio a Montreux non è facilissimo. Perciò eccomi qui, nella speranza di fare un po’ di chiarezza e di aiutare chi sta cercando di realizzare questo sogno.

Perché di sogno si tratta, anche nel prezzo.

Del resto siamo in Svizzera.

Ad oggi, ottobre 2015, la prenotazione per la casa di Babbo Natale può essere fatta per telefono o per e-mail (io l’ho fatta per e-mail) all’indirizzo info@goldenpass.ch.

Non si può prenotare direttamente da Internet. Potete consultare il sito solo per eventuali informazioni e suggestioni visive.

Potete scrivere una mail in italiano, rispondono velocissimamente e sono molto gentili e disponibili. Se potessi, ma ho ancora una certa dignità e non lo farò, vi mostrerei lo scambio di e-mail di qualche anno fa, le mie domande sciocche a cui gli operatori hanno risposto con grande professionalità senza farmi sentire un’idiota.

Per effettuare la prenotazione dovete fornire le seguenti informazioni:

–       cognome / nome

–       numero di telefono (cellulare se possibile)

–       giorno e ora della partenza

–       numero di carta di credito, scadenza, codice di sicurezza  (come garanzia per la prenotazione)

–       numero di passeggeri (adulti / bambini con indicazione dell’età)

Fino al 12 dicembre 2015 i treni partono ogni ora alle ’45. Il primo treno è alle 9.45, il secondo alle 10.45 e così via (se riuscite salite sul primo, ve lo consiglio). L’ultimo treno di ritorno da Rochers-de-Naye è alle 17.45. Puntualità svizzera.

Dal 13 dicembre 2015 i treni partiranno ogni ora alle ’15 (quindi il primo sarà alle 9.15, poi 10.15 e così via) e l’ultimo da Rochers-de-Naye sarà alle 17.15

E’ obbligatorio prenotare l’orario dell’andata, quello del ritorno è libero e potrete scendere a metà strada (sosta possibile solo al ritorno) per visitare il “Villaggio di Natale” a Caux e poi prendere il primo treno per tornare a Montreux (se vi state chiedendo come sia possibile non prenotare il ritorno e avere garanzia di trovare posto, non siete i soli, me lo sono chiesta anch’io. Mi hanno risposto che non hanno mai lasciato nessuno in cima alla montagna).

ll prezzo è di CHF 39.- per gli adulti e di CHF 19.- per i bambini (da 6 a 15 anni). I bambini sotto i 6 anni non pagano, ma non hanno diritto a un posto a sedere. Dovete tenerli in braccio e calcolate che il posto a bordo è davvero stretto quindi portatevi il minimo indispensabile. I passeggini sono sconsigliati, il posto a bordo scarseggia. Meglio munirsi di fascia o marsupio per i più piccoli.

Quando siamo andati noi l’ingresso al “Villaggio di Natale” a Caux era a pagamento ora invece è incluso nel prezzo del treno. Un vantaggio non da poco.

E’ possibile modificare o annullare la prenotazione pagando una penale di CHF 5.- per biglietto.

Dopo la partenza, non sono possibili rimborsi.

Importantissimo: i biglietti vanno ritirati agli sportelli “Goldenpass” alla stazione di Montreux (nel sottopassaggio) tassativamente entro 15 minuti prima della partenza del treno. La puntualità è fondamentale. Se vi presentate soltanto 10 minuti prima, i vostri biglietti con ogni probabilità saranno già stati venduti ad altri. E non riceverete nessun rimborso.

Su questo non si scherza.

Per quanto riguarda l’alloggio, l’hotel in cui siamo stati non ve lo consiglio perché non era davvero niente di speciale. Cercate semplicemente su Booking o su altri portali. I prezzi a Montreux sono abbastanza folli. Se volete risparmiare, vi consiglio di scegliere una località vicina servita dal treno. In questo modo non dovrete nemmeno pensare a parcheggiare la macchina una volta arrivati a Montreux.

Per chi viaggia da Milano, consiglio di partire direttamente dal capoluogo lombardo in treno. E’ molto più veloce, comodo e anche economico. Consultate le offerte sul sito delle ferrovie svizzere, se ne trovano di ottime.

A questo punto non mi resta che augurarvi buon Babbo Natale. E se ci andate mi raccomando! Passate di qui a raccontarmi com’è andata.

It’s beginning to look a lot like Christmas – più o meno 🙂

P.S. Auguro ovviamente a chiunque vada che non capiti nulla, ma consiglio vivamente l’assicurazione sanitaria per chi varca il confine elvetico. A inizio anno ho avuto una brutta esperienza e, non essendo munita di assicurazione, la spesa sanitaria è stata folle. Del tipo che se, banalmente, il bambino cade e serve un punto, il conto potrebbe essere salatissimo. Per quanto mi riguarda, mai più in Svizzera senza assicurazione.

 

2 pensieri su “Babbo Natale a Montreux: istruzioni per l’uso”

Rispondi