Italia Lombardia

Harry Potter The Exhibition: la mostra di Harry Potter a Milano

14 maggio 2018
Mostra di Harry Potter a Milano

Che io sia una fan sfegatata del celebre mago con la cicatrice sulla fronte, credo che ormai sia risaputo. Ricordo con nostalgia le notti insonni a leggere una pagina, ancora un’altra, non posso non andare avanti. E a puntare la sveglia alle 5 del mattino per godere di quell’atmosfera magica, avvolta nel silenzio e nel buio della mia cameretta.

Inseguire Harry Potter in Gran Bretagna e nelle strade di Londra è una delle cose che ci piace più fare, visto che la saga appassiona tantissimo tutti e cinque, nessuno escluso. Siamo stati lo scorso anno agli Studios a Londra ed è stata un’esperienza pazzesca che raccomando a tutti i fan. Presto calcheremo le orme del maghetto volando sulle scope in un magico castello del Northumberland, non vi anticipo nulla anche perché le sfighe ultimamente sono parecchie. Ma io ovviamente non vedo l’ora.

Va da sé che quando mi hanno invitata all’anteprima della mostra di Harry Potter a Milano dedicata alla stampa, credo di aver fatto i salti di gioia come i bambini.

Mostra di Harry Potter a Milano

Alla conferenza stampa hanno partecipato anche i due gemelli che hanno impersonato Fred e George Weasley (e no, non hanno i capelli rossi, so che rimarrete maledettamente delusi dalla cosa) e una delle domande a cui hanno risposto è stata questa:

Qual è il segreto di Harry Potter? Perché continua ad appassionare milioni di persone di ogni età?

 

Mostra di Harry Potter a MilanoMostra di Harry Potter a Milano

Harry Potter rappresenta l’eterna lotta tra bene e male, dove alla fine il bene trionfa. Ma ci sono tantissime sfumature in mezzo. Basti pensare alla figura di Piton, cattivo fino alla fine e poi eroe. Ognuno si riconosce in un personaggio, in una parte della storia, a prescindere dall’età. È questo il bello. Ed è questo il motivo per cui la saga godrà di eterno successo.

La mostra di Harry Potter a Milano: la magia va in scena

Milano si è accaparrata una delle mostre più ambite del mondo. Harry Potter The Exhibition, dopo aver aperto i battenti a Chicago, ha girato praticamente mezzo pianeta attirando milioni di visitatori: Boston, Toronto, Seattle, New York, Sydney, Singapore, Tokyo, Parigi, Shanghai, Bruxelles, Madrid. E ora Milano. A 40 minuti da casa. Cosa chiedere di più?

Subito all’ingresso si viene catapultati in un mondo magico. L’accesso a gruppi e orari prestabiliti consente di non ritrovarsi immersi in un bagno di folla, il che è sicuramente positivo. Dopo essere entrati nella sala d’ingresso, aver ammirato le immagini dei film e aver scattato una foto ricordo (con lo sfondo da scegliere a fine visita)…

Mostra di Harry Potter a Milano

…si passa subito nella prima stanza dove alcuni visitatori (chi lo desidera, non è obbligatorio) vengono smistati nelle case dal Cappello Parlante.

Mostra di Harry Potter a Milano

Chiaramente mi sono sottoposta all’esame, ho chiuso gli occhi e supplicato di non finire tra i Serpeverde e il Cappello si è pronunciato lodando il mio coraggio.

Mostra di Harry Potter a Milano

Grifondoro, ora lo sono ufficialmente.

Si passa poi nella stanza successiva dove si assiste a un montaggio di otto schermi dei film della serie di Harry Potter. A un certo punto si sente il fischio del treno, impossibile non riconoscerlo. È l’Hogwarts Express che segna l’inizio della visita vera e propria.

Mostra di Harry Potter a Milano

Dopo essere stati “deliziati” dalla voce della Signora Grassa che tenta di spaccare il bicchiere, si approda nella terza stanza, la sala comune dei Grifondoro.

Mostra di Harry Potter a MilanoMostra di Harry Potter a Milano

I protagonisti di questa sezione sono ovviamente Harry, Ron e Hermione. Si possono quindi ammirare tantissimi oggetti utilizzati durante le riprese dai tre protagonisti. Dall’inconfondibile maglione di lana con la R ricevuto a Natale da Ron, alla Strillettera che gli ha inviato la madre, passando per gli occhiali e la bacchetta di Harry.

Mostra di Harry Potter a MilanoMostra di Harry Potter a MilanoMostra di Harry Potter a MilanoMostra di Harry Potter a MilanoMostra di Harry Potter a Milano

Quella con il nucleo con la piuma della coda di Fanny la fenice. Esattamente come la bacchetta di Voldemort, al quale Harry è legato indissolubilmente fino alla fine.

Nella quarta stanza si possono esplorare alcune delle classi di Hogwarts, da pozioni a divinazione.

Mostra di Harry Potter a MilanoMostra di Harry Potter a MilanoMostra di Harry Potter a Milano

Ci sono i costumi originali di tanti professori, Umbridge compresa, inconfondibile con il suo inquietante tailleur rosa confetto.

Mostra di Harry Potter a Milano

C’è anche la pergamena in cui Harry, con il suo sangue, si trova a scrivere “non devo dire bugie” più volte finché non gli rimarrà impresso. In senso letterale.

Mostra di Harry Potter a Milano

Prima di entrare nella quinta stanza dedicata al Quidditch, non dimenticatevi di estrarre le radici di mandragola dal vaso. Tappatevi le orecchie, la loro voce stridula è assordante. Se volete sentirlo, andate sulla pagina Facebook, ho pubblicato il video con i miei commenti idioti in sottofondo.

Si passa poi nell’universo dello sport più popolare del mondo magico.

Mostra di Harry Potter a MilanoMostra di Harry Potter a MilanoMostra di Harry Potter a MilanoMostra di Harry Potter a Milano

E niente, dopo essere stata presa in giro fin dall’adolescenza per la mia incapacità totale in tutti gli sport con la palla, ho trovato la mia disciplina. Ho tirato la Pluffa e ho segnato sempre goal nei tre cerchi. Del resto sono una Grifondoro. Qui i bambini possono divertirsi a lanciare la Pluffa e a misurarsi con il Quidditch.

Mostra di Harry Potter a Milano

La sesta stanza è la capanna di Hagrid. Potete sedervi sulla sua gigantesca poltrona e ammirare tutte le sue stramberie.

Mostra di Harry Potter a MilanoMostra di Harry Potter a Milano

Si entra poi nella Foresta Proibita.

Mostra di Harry Potter a Milano

Ci sono i centauri a grandezza naturale e un Ungaro Spinato. L’ottava sala è invece dedicata alle forze oscure ed è sicuramente la stanza più paurosa. Ci sono vestiti e maschere di Mangiamorte e un Dissennatore a grandezza naturale, inquietante per davvero.

Mostra di Harry Potter a Milano

Oltre al costume di Lord Voldemort c’è la teca con tutti gli Horcrux, Harry escluso.

Mostra di Harry Potter a Milano

L’ultima stanza è la Sala Grande con alcuni oggetti tratti dal Ballo del Ceppo, oltre ai costumi di Silente e della McGrannitt.

Mostra di Harry Potter a MilanoMostra di Harry Potter a MilanoMostra di Harry Potter a Milano

Senza entrare nei dettagli per non rovinarvi la sorpresa, gli oggetti che potete cercare sono davvero tantissimi. Dal Gira-tempo al boccino d’oro, dalla teca del Calice di fuoco alla Coppa Tremaghi.

Conclude la mostra lo store dedicato al maghetto.

Mostra di Harry Potter a Milano

Preparate il portafoglio. Io sono uscita con boccino d’oro e due bacchette, di Harry e Hermione (a mia discolpa sono il regalo per cresima e comunione, della serie il sacro e il profano, mia madre si sbattezzerà). Andranno a sostituire i bastoncini dello Shangai che attualmente vengono utilizzati per inscenare duelli di un certo spessore. Intervengo solo se sento l’Avada Kedavra.

Mostra di Harry Potter a Milano

Harry Potter The Exhibition: come raggiungere la mostra

La mostra di Harry Potter a Milano si trova alla Fabbrica del Vapore, un centro culturale recuperato da un’ex fabbrica industriale. L’area è molto grande, ci sono diversi locali e uno spazio immenso che probabilmente verrà allestito ad hoc per l’estate.

La fabbrica del Vapore si trova in via Procaccini 4, zona Cimitero Monumentale (che merita una visita) ed è comodissima da raggiungere a piedi dalla stazione Porta Garibaldi (poco più di un chilometro, calcolate 15 minuti circa). Da Stazione Centrale invece potete prendere la linea verde della metropolitana (M2) per due fermate fino a Garibaldi e poi proseguire a piedi. Oppure cambiare a Garibaldi prendere la linea lilla (M5) fino a Monumentale e da lì a piedi.

Se arrivate da altre parti della città, tenete a mente che la stazione della metropolitana più vicina è Monumentale (M5, linea lilla)

Harry Potter The Exhibition: informazioni utili

La mostra ha aperto i battenti il 12 maggio, con il taglio del nastro per mano di Fred e George, e sarà visitabile fino al 9 settembre.

Gli orari di apertura sono dalle 15 alle 22 il lunedì, dalle 10 alle 22 il martedì, il mercoledì e il giovedì e dalle 10 alle 23 il venerdì, il sabato e la domenica. L’ultimo ingresso è previsto un’ora prima dell’orario di chiusura.

Per l’acquisto dei biglietti consultate il sito harrypotterexhibition.it oppure ticketone.

Il prezzo dei biglietti varia a seconda dei giorni. Nel fine settimana la visita costa un pochino di più.

L’offerta famiglia (2 bambini e 2 adulti oppure 1 adulto e 3 bambini) costa 50 euro in settimana e 60 euro dal venerdì alla domenica e nei giorni festivi. I bambini sono da intendersi dai 4 ai 12 anni compiuti. I bambini sotto i 3 anni non pagano ma bisogna comunque richiedere il biglietto gratuito al botteghino. I minori sotto i 16 anni devono essere accompagnati da un adulto.

Sono esclusi dalla tariffa i diritti di prevendita, ovvero 1,90 euro a persona.

Per il nostro nucleo familiare  abbiamo acquistato (ormai mesi fa) un’offerta famiglia più un biglietto ridotto per un totale di 74,50 euro per la visita in settimana (invece di 85,50 se fossimo andati nel weekend).

Mostra di Harry Potter a MilanoMostra di Harry Potter a Milano

 

In alcune date a seconda degli orari i biglietti sono già esauriti, la mostra ha segnato un nuovo record con un totale di 130.000 biglietti venduti ancora prima dell’inaugurazione. Se avete intenzione di visitare la mostra di Harry Potter a Milano il mio consiglio è di prenotare subito i biglietti, soprattutto se venite da lontano e avete solo poche date tra cui scegliere. L’ingresso è a orari prestabiliti perché si segue un percorso tra le sale. Questo è garanzia di un’esperienza meno caotica. Ovviamente va rispettato l’orario di prenotazione, altrimenti si rischia di non poter accedere alla mostra.

Le audioguide sono disponibili sia a parte (per chi come noi ha già acquistato i biglietti) sia con l’acquisto dell’ingresso, sempre su Ticketone o eventualmente sul posto. Il costo è di 6.70 euro a persona (si possono trovare tariffe combinate biglietto +audioguida leggermente scontate). Non proprio economicissime, va detto. Durante l’anteprima della stampa non avevamo a disposizione le audioguide quindi non posso dire se la spesa vale la candela. Le ho acquistate per la nostra visita in famiglia, vi farò sapere non appena le sperimenteremo tra una decina di giorni.

Mostra di Harry Potter a Milano

In tanti, dopo che ho pubblicato le foto sui social, mi avete chiesto se vale la pena visitare la mostra con bambini piccoli. Credo che l’elemento essenziale sia un minimo di conoscenza del mondo potteriano, che non significa necessariamente aver letto tutti i libri e visto tutti i film. Ma senza un coinvolgimento di base, la visita potrebbe risultare noiosa o poco interessante. Ho visitato una mostra dedicata a Star Wars un paio di anni fa e, non conoscendo praticamente nulla della saga, per me non è stata un’esperienza memorabile, mi perdonino i fan sfegatati. Per Harry Potter vale lo stesso principio. Imperdibile per gli appassionati, per gli altri valuterei la cosa in base alla vicinanza.

Tenete conto anche del fatto che la mostra è totalmente al chiuso, ci sono alcune stanze buie. Magari i bambini piccolissimi potrebbero spaventarsi. Non la consiglierei per i bambini sotto i 5 anni, poi ovviamente ci sono le eccezioni.

La mostra di Harry Potter a Milano è totalmente fruibile dai disabili.

La visita dura circa un’ora.

La mostra di Harry Potter a Milano: i costi dello store

Come spesso capita nei parchi divertimento o alle mostre, i problemi nascono quando ci si avvicina all’uscita e si passa dallo store. È il momento in cui prepararsi a capricci e negoziazioni infinite.

Se solitamente sono abbastanza intransigente, devo ammettere che qui mi sarei comprata mezzo negozio. Ne sono uscita con un boccino d’oro, una penna-bacchetta di Hermione (rispettivamente 10 e 12 euro circa) e due bacchette originali (molto belle, va detto) a 40 euro l’una. Il brianzolo con cui vivo ha commentato “40 euro per un toc de legn“, non credo ci sia bisogno di traduzione. Ma le bacchette sono davvero belle, di legno massiccio. Insomma per me valgono la spesa, soprattutto considerando che si trattava di un regalo. I prezzi sono decisamente inferiori rispetto agli Studios di Londra, da dove siamo usciti solo con una cartolina. Però gli articoli non possono essere definiti propriamente economici. Preparatevi e mettete in chiaro le cose prima di entrare.

Mostra di Harry Potter a Milano

All’ingresso della mostra potete fare una foto ricordo con tanto di bacchetta. Non fatevi ingannare dallo sfondo verde, all’uscita potrete scegliere tra tantissimi scenari. Il costo per una foto di dimensioni classiche è di 15 euro,  potete scegliere formati più grandi a prezzi ovviamente più elevati. Anche in questo caso, il prezzo non è sicuramente economico ma non è nemmeno paragonabile a quello degli Studios di Londra. E il vantaggio è che potete farvi una foto unica di famiglia. Sempre che non si litighi per avere tutti la bacchetta di Harry.

La mostra di Harry Potter a Milano: le installazioni in giro per la città

Prima che la mostra fosse inaugurata, sono state poste 4 installazioni in giro per alcune piazze di Milano. Al momento ne ho viste di sfuggita un paio, ma il giorno in cui visiteremo la mostra tutti insieme faremo una sorta di pellegrinaggio. Eccole elencate con i luoghi in cui potete trovarle e fotografarle.

  • Cappello Parlante: alto quasi 3 metri si trova in Piazza Missori (fermata metropolitana più vicina Missori M3, linea gialla. Si trova comunque a 5 minuti a piedi da Piazza Duomo)
  • Nimbus 2000: lunga circa 2 metri e mezzo, si trova all’ingresso della fermata Moscova della metropolitana (linea verde M2)
  • Dobby: l’elfo domestico è alto 1,6 metri. Si trova in Piazza Argentina. (fermata metro più vicina Loreto, linea rossa M1 e linea verde M2)
  • Ford Anglia: l’auto azzurra di Arthur Weasley si trova in Piazzale Cadorna. 4,4 metri di lunghezza per un metro e mezzo di altezza. (fermata metro più vicina Cadorna, linea rossa M1 e linea verde M2)

Non mi resta che augurarvi buona visita. E lasciatevi trasportare dalla magia!

P.s. Ringrazio Serena Borghesi e Maria Grazia Sartirana per tutte le foto che mi hanno ritratta al meglio del mio lato adolescente 🙂

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply