A Tintagel, sulle tracce di Re Artù

Rituffiamoci per un attimo nel Medioevo che continua ad affascinarci.

E siccome a leggere da solo l’ometto ci sta prendendo gusto, Geronimo Stilton è un prezioso alleato che lo aiuta a immergersi nella saga di Re Artù e a rivivere quelle emozionanti avventure.

image

E a ritornare con la memoria a Tintagel.

Cornovaglia Maggio 2012 083

Tutto quello che ho scritto sui castelli di Bellinzona non vale assolutamente per questo rudere.

Perché di rudere si tratta, è inutile girarci intorno.

Non ha nulla del castello ben conservato, anzi se proprio la vogliamo dire tutta non ha davvero nulla del castello. Ci sono frammenti di mura qua e là, una porta, una parete, un mucchio di pietre….

Può diventare la meta di un viaggio a sfondo medievale?

Ovviamente sì.

Perché i mucchi di pietre non sono nient’altro che un trono distrutto da un cavaliere nemico, le pareti circondano quella che un tempo era la sala del trono …

Cornovaglia Maggio 2012 130

…  e la porta è l’ingresso che conduceva al nascondiglio segreto di Artù.

Cornovaglia Maggio 2012 137

O in qualsiasi luogo la fantasia decida di portarvi.

Invenzione allo stato puro.

Ma poco importa. Perché c’è qualcosa di questo castello che stregherà anche voi.

Non sono i camminamenti perfettamente conservati, nemmeno i torrioni o il ponte levatoio, scordatevi tutte queste cose.

Ma chiudete gli occhi e riapriteli dopo aver inalato tutta la brezza che i vostri polmoni possono contenere.

Lasciatevi suggestionare da questa baia mozzafiato.

Cornovaglia Maggio 2012 147

E capirete perché questa può essere benissimo la meta di un viaggio.

E perché la leggenda vuole che il valoroso guerriero Uther Pendragon e la bellissima Igraine abbiano concepito Re Artù proprio qui, su questo sperone a ridosso dell’oceano dove la natura si manifesta nella sua massima potenza.

Dall’alto si intravede una grotta nascosta tra le rocce. Non lasciatevi ingannare, non è una grotta qualunque, è la dimora di Mago Merlino.

Cornovaglia Maggio 2012 133

Perché qui storia e leggenda si fondono perfettamente, invadendo l’una i confini dell’altra.

Ciò che è certo è che in cima a questa scogliera si ha la sensazione di essere in un luogo fuori dal tempo, dove tutto è possibile.

E allora indossate le scarpe più comode che avete e lasciatevi condurre in questo viaggio fantastico su e giù per le mille scalinate che consentono di percorrere il perimetro del castello e di immergervi in questo paesaggio davvero unico.

Cornovaglia Maggio 2012 163

Cornovaglia Maggio 2012 151

 

Cornovaglia Maggio 2012 156

E se a fine visita volete concedervi una coccola speciale, dimorare nel meraviglioso castello che domina dall’alto il rudere sarebbe la cosiddetta ciliegina sulla torta.

Cornovaglia Maggio 2012 127

Ma se non trovate offerte convenienti, non ci sono stanze per famiglie numerose e le finanze non lo permettono….

Cornovaglia I 2012 058

…. beh direi che un cream tea con vista sull’oceano può essere considerato un ottimo compromesso, no?

4 thoughts on “A Tintagel, sulle tracce di Re Artù”

Rispondi