Archivi tag: Itinerari

Valle dello Stubai in estate: il Tirolo a misura di bambino

La valle dello Stubai (in tedesco Stubaital) era una meta che rincorrevo da un po’, soprattutto per la sua grotta di ghiaccio che in inverno se ne stava lì a pochi chilometri dalla baita gigante che affittiamo a Vipiteno. Ma per un motivo o per l’altro non riuscivo mai a raggiungerla.

Eppure per approdare in questa bellissima valle  in estate o inverno che sia basta superare il Brennero, percorrere una trentina di chilometri e svoltare a sinistra prima di arrivare a Innsbruck.

Ecco il nostro itinerario di quattro giorni, come inviati speciali per Familygo, alla scoperta del meglio che la valle dello Stubai in estate ha da offrire. Con l’aggiunta di quello che, per motivi di tempo e di meteo, non siamo riusciti a vedere.

Abbiamo la scusa per una prossima visita, magari in inverno.

Continua la lettura di Valle dello Stubai in estate: il Tirolo a misura di bambino

Cotswolds, Stonehenge e altre meraviglie: itinerario nell’Inghilterra occidentale

L’Inghilterra.

Un paese che amo molto per la sua storia e la sua letteratura. La amo indubbiamente per le città ma soprattutto per i paesaggi. I muretti in pietra che delimitano i pascoli, il verde a perdita d’occhio, sempre acceso, sempre brillante.

Itinerario nelle Cotswolds

Un contrasto netto con il grigio delle case. L’Inghilterra ha quel nonsoché di magico, sa di impero, di terra davvero straniera. Cambia tutto, le monete, la guida, il sistema metrico, le prese. E’ un voltare pagina completo. Si è sempre in Europa ma in fondo si è già protesi verso quel senso di ignoto che solo le mete sconosciute e lontane riservano.

Continua la lettura di Cotswolds, Stonehenge e altre meraviglie: itinerario nell’Inghilterra occidentale

La strada dei fari in Bretagna: sulla Route des Phares con i bambini

 

In Bretagna si può scegliere di andare per tanti motivi.

Per ritrovare Re Artù dopo avergli dato la caccia in Cornovaglia e nella nostra Toscana. Per inoltrarsi tra le rocce a picco sul mare e respirare la salsedine che si impossessa delle narici. Per fare esperienze insolite, come dormire su un albero o un’isola a propria disposizione. Per osservare il fenomeno  delle maree che qui sono particolarmente forti. Per esplorare un’isola in bicicletta con la baguette nel cestello. O ancora per rimanere incantati dal fascino dei bastioni di Saint-Malo.

Qualunque sia la ragione che vi spinge da quelle parti, vi capiterà di imbattervi in un faro.

@Credits Elisa Polini
@Credits Elisa Polini

E potreste addirittura organizzare il viaggio proprio in base a queste affascinanti costruzioni che, allo stesso tempo, meravigliano e intimoriscono. Perché sanno di ultimo baluardo prima del nulla, delle onde che si infrangono burrascose. Ma sanno anche di porto sicuro che guida verso Terra, la salvezza, casa. Qualunque sia l’interpretazione, il faro può essere visto anche come una luce da inseguire, una sorta di stella cometa a cui affidarsi completamente per cucirsi addosso un itinerario fatto e finito che si snoda lungo la costa frastagliata della Bretagna più selvaggia.

Continua la lettura di La strada dei fari in Bretagna: sulla Route des Phares con i bambini