Italia Lombardia

Leolandia: il parco divertimenti per tutta la famiglia

25 Novembre 2018
Leolandia a Natale

Leolandia è stato votato su TripAdvisor come migliore parco divertimenti d’Italia ed è sicuramente la scelta vincente per le famiglie.

Leolandia il parco per le famiglie

È il parco che più di tutti ha scommesso sulla fascia pre-scolare, questo non significa che i più grandi non si possano divertire.  Ed è per questo che ci ritorniamo ogni anno, complice anche la vicinanza a casa, per ridere ed emozionarci  tutti insieme.

Leolandia il parco delle famiglie

Personalmente non sono una grande amante dei parchi divertimento, lo scrivevo già qui. Eppure Leolandia è uno di quei posti da dove riesci a uscire dopo una giornata intensa senza mal di testa e questo lo fa svettare in cima alle classifiche del mio personalissimo indice di gradimento.

Leolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglie

E poi ogni anno le novità sono tante, dai Puffi a Geronimo Stilton passando per i Super PJMasks e per Lady Bug che fanno la gioia dei più piccoli. Fresca fresca di quest’anno la foresta di Masha e Orso che ci è piaciuta tantissimo.

Leolandia il parco delle famiglie

Pronti a partire per Leolandia?

Leolandia: le attrazioni

Le aree tematiche in cui è diviso il parco più amato dalle famiglie sono cinque. Ci si può immergere nel mondo del Far West oppure in quello dei pirati.

Leolandia il parco delle famiglie

O ancora rivivere l’atmosfera di inizio ‘900 con l’Expo 1906 e divertirsi tra le attrazioni mozzafiato che riproducono i prototipi di Leonardo Da Vinci.

Leolandia il parco delle famiglie

Oppure si può fare un giro per la storica Minitalia, il primo nucleo del parco a cui tutti noi bambini negli anni ’80 siamo particolarmente affezionati.

Leolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglie

Il parco non è enorme e questo è sicuramente un vantaggio, si passa da un’attrazione all’altra velocemente. E altrettanto velocemente si cambia esperienza. Dalle giostre più avvincenti al mondo degli animali con l’acquario, il rettilario e la fattoria.

Leolandia il parco delle famiglie

Leolandia presenta in tutto 40 attrazioni, tutte accessibili per chi è più alto di 120 centimetri (in alcuni casi accompagnati dai genitori). Di queste, 20 sono adatte anche ai bambini alti meno di 90 centimetri, 30 sono per i bambini dai 90 centimetri, 37 per quelli dai 105 centimetri in su.

Leolandia il parco delle famiglie

E poi ancora gli spettacoli, come quello dei pirati o di Masha e Orso, le animazioni come la battaglia dei cuscini o quella di Geronimo Stilton e infine la possibilità di incontrare dal vivo i personaggi d’animazione preferiti. Si sale a bordo del Trenino Thomas e subito dopo ci si catapulta nel mondo della maialina più famosa. Esatto proprio lei, la mitica Peppa Pig.

Leolandia e il mondo di Peppa Pig

Nella mia perenne e incessante ricerca di inseguire le passioni dei miei figli, confesso di avere pensato al famoso parco di Peppa Pig in Inghilterra. Che poi in Italia tanto famoso non è, sono in pochi a conoscerne l’esistenza. Nel nostro ultimo viaggio in Inghilterra, il  Paulton’s Park con il Peppa Pig World era stato inserito tra le tappe previste. Poi, sono sincera, il prezzo ci ha fatto un pochino desistere. Dovendo scegliere una sola attrazione, Harry Potter ha avuto la meglio. Anche perché il Mondo di Peppa Pig di Leolandia in fondo non ha molto da invidiare all’originale inglese.

Leolandia il parco delle famiglie

Nel parco preferito dalle famiglie italiane, la zona dedicata alla maialina è totalmente pensata per i più piccoli.

Leolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglie

Un’area di 2.500 mq che svetta sulla Minitalia, con la famosa casetta gialla sulla collina completa di tutte le stanze, dalla vasca da bagno in cui entrare al frigorifero da aprire.

Leolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglie

E poi ancora la macchina di Papà Pig, il parco giochi di Peppa e George, il giardino delle pozzanghere di fango e il cantiere del Signor Toro.

Leolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglie

In ogni attrazione ci sono pulsanti da schiacciare in modo da rendere l’esperienza interattiva e accattivante anche per i più piccoli.

Ovviamente non possono mancare Peppa e George in formato gigante per un abbraccio stritolante da immortalare in foto.

Leolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglie

E per scoprire che anche i grandi, nonostante l’aria di superiorità, in fondo non possono resistere all’emozione di abbracciare un personaggio dei cartoni in carne e ossa.

Leolandia il parco delle famiglie

Leolandia e la foresta di Masha e Orso

Questa è una delle grandi novità del 2018. Premesso che Masha a me sta simpatica proprio di per sé, ma l’area dedicata è davvero bellissima. Dalla casa di Orso (non visitabile all’interno) al percorso nel bosco, passando per la casa di Masha (anche questa non visitabile all’interno) con i giochi ad acqua e gli scivoli.

Leolandia Masha e Orso

Il mini percorso avventura è adattissimo anche per i più piccoli (non si può salire con il costume, noi abbiamo letto il cartello troppo tardi ma non eravamo gli unici).

Leolandia Masha e OrsoLeolandia Masha e OrsoLeolandia Masha e OrsoLeolandia Masha e Orso

E poi l’ambulanza su cui si può salire e i lupi con cui farsi fotografare. Lo spettacolo di Masha e Orso non è una novità di quest’anno, avevamo già avuto modo di vederlo in precedenza.

Per la gioia dei grandi l’area è tutta ombreggiata e ci sono aree con il prato finto su cui sdraiarsi.

Leolandia Masha e Orso

I pouf colorati sono un tocco semplicemente geniale di cui abbiamo approfittato.

Leolandia in autunno: HalLEOween va di scena

Finita l’estate, Leolandia cambia pelle e si trasforma in un parco totalmente diverso.  Tutti i weekend dal 1 ottobre al 13 novembre è tempo di HalLEOween!

Leolandia il parco delle famiglie

Non ci eravamo mai stati in autunno e devo dire che ci è piaciuto moltissimo.

Leolandia il parco delle famiglie

Complice una fantastica giornata di ottobre, con il cielo blu che metteva ancora più in risalto l’arancione delle zucche di cui il parco è completamente invaso.

Leolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglie

L’esperienza non è per niente paurosa ed è quindi adatta anche per i più piccoli, in perfetta coerenza con la filosofia del parco.

Da Leo Stregone, la mascotte di Leolandia, che accoglie i bambini al calderone fumante posto all’ingresso si passa a Cowboy Town che per l’occasione è stata trasformata in HalLEOween Town.

Leolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglie

Un tripudio di ragni, streghe, maghi, scope, pipistrelli e fantasmi disseminati un po’ ovunque.

Anche Peppa e George si trasformano in versione HalLEOween.

Leolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglie

Le novità di quest’anno, 2017 sono il primo festival delle scope magiche, lo spettacolo di HalLEOween (a cui mia figlia ha preso parte con sua somma gioia)…

Leolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglie

… e la parata finale con la canzone a tema che difficilmente vi toglierete dalla testa.

Leolandia il parco delle famiglie

E poi un tocco Potteriano che a noi fan sfegatati del maghetto è piaciuto particolarmente. Falconieri vestiti da maghi (di cui uno simile a Piton e uno a Lucius Malfoy per chi è babbano di un certo livello) girano per il parco con barbagianni, civette e gufi veri da accarezzare.

Leolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglieLeolandia il parco delle famiglie

Per finire lo street food più autunnale che ci sia: mele candite ricoperte di zucchero, marshmallow da arrostire al momento sui falò, caldarroste e vin brulé.

Leolandia il parco delle famiglie

Leolandia il parco delle famiglie

Sorseggiare un bicchiere di vino fumante con zucche e balle di fieno sullo sfondo ha il suo perché. HalLEOween promosso a pieni voti.

Leolandia il parco delle famiglie

Leolandia in inverno: il Natale incantato

Per la prima volta il parco di Leolandia si è cucito un vestito invernale per celebrare il periodo più bello dell’anno.

Leolandia a NataleLeolandia a NataleLeolandia a Natale

Ci siamo stati sabato 24 novembre, il giorno dell’apertura. Tante attrazioni, quelle ad acqua, sono chiuse ma si compensa con Babbo Natale in persona a cui consegnare la letterina e la pista di pattinaggio sul ghiaccio al posto della piscina con i gommoni.

Leolandia a Natale

Musiche natalizie in sottofondo, personaggi da fiaba invernale disseminati per il parco, la parata finale e lo spettacolo musicale a tema, davvero carino.

Leolandia a Natale

Il tutto in una cornice un po’ da mercatino di Natale con stand gastronomici dove poter acquistare un’ottima polenta o un vin brulé, che con il freddo non fa mai male.

Leolandia a NataleLeolandia a Natale

E poi i fuochi per arrostire i marshmallow e per scaldarsi un pochino dal freddo dell’inverno.

Leolandia in inverno: informazioni utili

Il parco rimarrà per la prima volta aperto tutti i sabati e le domeniche di dicembre e poi ogni giorno dal 22 dicembre al 6 gennaio, giorno di Natale escluso. Acquistando i biglietti con un certo anticipo si possono trovare le tariffe a 20 euro. Può anche essere un’idea regalo in perfetta filosofia “meno cose più esperienze”. Chi, come noi, ha acquistato i biglietti per la stagione estiva o autunnale, si ricordi di sfruttare il biglietto omaggio per rientrare e ammirare il parco in versione Natale incantato.

Leolandia a Natale

Il target di Leolandia è la famiglia con bambini piccoli. Questo sempre a Natale a mio avviso ancora di più. I miei figli grandi si sono divertiti, ma non come negli altri periodi dell’anno proprio perché le attrazioni che amano di più erano chiuse. La pista di pattinaggio sul ghiaccio invece è stata una piacevolissima sorpresa. Non essendoci tanta gente, abbiamo fatto la fila due volte per ripetere l’esperienza. Si può pattinare per 30 minuti e i più piccoli possono muovere i primi passi sulle lame aggrappandosi ai delfini (non ce ne sono tantissimi però per non occupare tutta la pista). Ricordatevi i guanti, per attutire le cadute.

Il freddo per alcuni può essere un problema, calcolate di stare all’aperto tutto il giorno. Noi, come abitudine, ci portiamo sempre un thermos di té caldo ovunque andiamo in inverno. Può essere una buona idea per scaldarsi. Vestitevi pesanti e, se li avete, fate indossare ai bambini i pantaloni impermeabili. Per noi sono stati utilissimi visto che il giorno prima aveva piovuto e le giostre erano bagnate.

Leolandia a Natale

Ovunque per il parco troverete i funghi per scaldarsi oltre ai falò. Noi abbiamo pranzato gustandoci un piatto di polenta seduti davanti al fuoco. Meraviglioso!

Sempre per il freddo, gli spettacoli al chiuso vengono presi d’assalto. Cercate di mettervi in fila con un po’ di anticipo per assicurarvi un posto.

Anche da Babbo Natale la fila può scoraggiare. Lo scorso sabato ci siamo fiondati subito all’apertura e non c’era nessuno. Più aspettate, più gente troverete. In alternativa andateci verso la chiusura quando tante famiglie con bambini piccoli avranno già lasciato il parco.

Leolandia a Natale

Noi l’entusiasmo da Babbo Natale l’abbiamo lasciato in Lapponia, uno degli effetti negativi del nostro viaggio, anzi direi l’unico. Ovvio i paragoni non reggono ma è comunque sempre un’emozione per i più piccoli trovarsi davanti all’omone vestito di rosso.

Non dimenticate la letterina. Nel caso, un desiderio l’ho scritto anch’io. Così vediamo se Babbo Natale esiste davvero.

Leolandia, il parco delle famiglie: informazioni utili

Leolandia si trova in provincia di Bergamo in Lombardia ed è molto comodo da raggiungere perché è situato praticamente a ridosso dell’uscita di Capriate dell’Autostrada A4 Milano-Venezia.

Si tratta, come già detto, di un parco divertimenti per le famiglie e tutto è pensato per rendere la visita più piacevole e rilassante possibile. Non mancano quindi i servizi per i piccolissimi, dalla nursery ai seggioloni nei vari ristoranti, dagli scalda biberon ai passeggini a noleggio.

Il prezzo dei biglietti varia a seconda della data di acquisto. In linea  di massima è sempre consigliabile prenotarli online prima della visita. Scegliendo i biglietti a data fissa è possibile risparmiare ulteriormente. Muovendosi con un certo anticipo si possono trovare biglietti a 15.50 Euro a persona. Il prezzo è più alto per chi decide di acquistare i biglietti direttamente in cassa il giorno della visita.

Una volta acquistato il biglietto online, non è necessario presentarsi in cassa, basta andare all’ingresso con la stampa dell’acquisto.

I bambini più alti di 120 cm pagano la tariffa intera, esattamente come gli adulti. I bambini di altezza compresa tra i 90 e i 119 cm, così come le donne in gravidanza, le forze dell’ordine, gli over 65 e gli accompagnatori di diversamente abili, pagano la tariffa ridotta. Entrano gratuitamente i bambini più bassi di 90 cm e i diversamente abili con invalidità 100%.

Come indicato sul sito, prima di acquistare i biglietti online è consigliabile misurare il bambino con le scarpe ai piedi (perché al parco ovviamente verrà misurato così).

Leolandia il parco delle famiglie

Il biglietto non consente più, come un tempo, di entrare al parco anche il giorno di apertura successivo. Esistono però diversi tipi di offerte, che sicuramente risultano più comode a che abita vicino e può tranquillamente tornare più volte. Acquistando un biglietto per settembre (ma l’offerta era valida già a fine agosto e ne abbiamo potuto usufruire), ad esempio, si otteneva un biglietto omaggio per tornare a novembre a festeggiare HalLEOween. Acquistando invece un biglietto per ottobre, si può ritornare gratuitamente al parco a dicembre, per ammirarlo nell’insolita veste natalizia. Per poter usufruire dell’offerta, subito dopo essere entrati, ci si reca all’apposito banco per ottenere i biglietti omaggio.

Acquistando i biglietti in anticipo può capitare che il giorno della visita piova. Non c’è problema perché tantissime attrazioni sono comunque fruibili. Se poi dovesse piovere per tre ore consecutive, si può tornare al parco un’altra volta gratuitamente.

All’interno del parco si trovano numerosi ristoranti, bar e chioschi, non si patisce la fame questo è sicuro. Il rapporto qualità-prezzo è buono. Noi solitamente portiamo i panini da casa, ma gelati e bottigliette d’acqua hanno prezzi onesti, considerata la location.

Chiaramente in una delle nostre visite abbiamo avuto bisogno del servizio infermeria. Il personale è stato gentilissimo, perciò anche per quest’evenienza il parco è davvero molto efficiente.

La visita in estate prevede alcune zone con schizzi e spruzzi, si consiglia di portare il costume per far divertire i bambini in queste aree. È invece vietato salire in costume su molte attrazioni. All’esterno delle attrazioni in cui ci si bagna (come per esempio i tronchi) ci sono immensi phon in cui si entra per asciugare totalmente i vestiti. Il costo è di 2 euro. In alternativa, noi ci portiamo sempre un cambio anche se con il caldo torrido che ormai caratterizza le nostre estati è davvero superfluo.

In autunno è consigliabile portarsi una mantella per la pioggia. Si vendono anche al parco, eventualmente, al costo di 4 euro.

Il parcheggio costa 5 euro, c’è possibilità di parcheggiare gratuitamente un po’ più lontano ma tenete conto del fatto che a fine giornata i bambini più piccoli saranno distrutti e, con molta probabilità, vi toccherà portarli in braccio.

Per ulteriori informazioni consultare il sito http://www.leolandia.it/it/

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Tre cuori e una valigia 11 Ottobre 2017 at 8:24 pm

    Che meraviglia, siamo tornati anche noi bambini con questo articolo! Ci faremo sicuramente un pensierino, approfittando degli splendidi colori di questo mite ottobre.

    • Reply letiziadorinzi 12 Ottobre 2017 at 6:00 am

      Guarda io che non amo il genere mi sono proprio divertita. Conviene davvero approfittarne per far felici i bambini, ma in fondo anche noi grandi. Un abbraccio e grazie per essere passata di qui

    Leave a Reply