Europa Gran Bretagna

Il castello di Bamburgh nel Northumberland: se è un sogno non svegliatemi

6 luglio 2018
Castello di Bamburgh

Come fate quando decidete di intraprendere un viaggio? Intendo proprio concretamente. Come scegliete il posto dove andare? Vi lasciate ispirare da blog o racconti di viaggio? O vi fate sedurre da una foto? E vi capita mai di avere nella lista dei desideri luoghi da visitare per riempire dieci vite eppure di essere eternamente alla ricerca di qualcosa di nuovo che vi faccia battere il cuore?

Io, com’è facilmente intuibile, sono di quelli perennemente alla ricerca. E subisco il fascino prorompente delle immagini. Se vedeste il mio file “luoghi dove andare” vi mettereste le mani nei capelli. O vi fareste una risata, dipende dal punto di vista. Eppure sono sempre alla costante ricerca del colpo di fulmine dell’ultimo secondo. Quello che scavalca i primi in classifica e si aggiudica con sfacciataggine il podio senza nemmeno subirsi la noia dell’attesa.

Con il castello di Bamburgh è stato proprio così. Quasi un anno fa mi sono imbattuta in una foto per caso, giurin giurello non sono andata a cercarmela (almeno questa volta). Ed è stato amore a prima vista.

Castello di Bamburgh

Da lì a controllare quale fosse l’aeroporto più vicino, a vedere a quali ponti primaverili potessi attingere e a prenotare il volo il passo è stato breve. Brevissimo. Credo non sia passato nemmeno un giorno.

Immaginate la bellezza mozzafiato di un castello che si affaccia direttamente sulla spiaggia, Bamburgh Beach. Un castello che si vanta di essere king of castles, ovvero il re di tutti i castelli.

Castello di Bamburgh

La visuale dalla spiaggia è sicuramente la più suggestiva, ma anche dal paese l’imponenza fa un certo effetto. Vederlo poi sullo sfondo ogni mattina dalla finestra del nostro cottage è stata la ciliegina sulla torta. Perché subito dopo aver prenotato il volo, mi sono fissata.

Avrei dormito a Bamburgh (a proposito: pronuncia italianizzata un misto tra bamboro e bambra – ho sentito entrambe le versioni).

Per terminare ogni giornata su quella spiaggia e perdermi in uno degli scenari più belli di tutta la costa del Northumberland.

Castello di BamburghCastello di Bamburgh

 

I 64 chilometri di costa che dividono Berwick-upon-Tweed dall’estuario del fiume Coquet sono stati dichiarati Area of Outstanding Natural Beauty (AONB), così come le Cotswolds. Si tratta di aree di straordinaria bellezza naturalistica e non è difficile intuire perché questa costa si sia meritata il titolo.

Castello di BamburghCastello di Bamburgh

Una costa orlata da brughiera, a tratti inframezzata da rocce. Selvaggia è il primo aggettivo che mi viene in mente per descriverla. Pazzesca sarebbe il secondo, giusto per intenderci.

Castello di BamburghCastello di Bamburgh

Ho amato in maniera spropositata la passeggiata tra Craster e Dunstanburgh Castle, in mezzo alle pecore che sfiorano il mare. Ma Bamburgh beach con Bamburgh Castle sullo sfondo è stato quel colpo di fulmine difficile da dimenticare. Quello che ha reso questo viaggio speciale.

Il castello di Bamburgh: tra storia e leggende

Il castello di Bamburgh è bellissimo dall’esterno, ma è uno di quegli edifici che meritano di essere esplorati anche all’interno. Non fosse altro che per godere della vista sulle isole Farne e sulla spiaggia sottostante.

Castello di BamburghCastello di Bamburgh

Bamburgh era la capitale dell’antica Northumbria, uno dei regni dell’eptarchia inglese, ovvero i sette regni in cui un tempo era suddivisa l’attuale Inghilterra. I regni erano Northumbria, Anglia Orientale, Mercia, Wessex, Essex, Sussex e Kent. A sua volta la Northumbria era suddivisa in due sottoregni, Bernicia e Deira. La storia è affascinante ma molto complicata, fatta di invasioni, di unioni e divisioni. L’avvenimento che sicuramente segna uno spartiacque per la storia del castello, del regno e della città è l’invasione vichinga nel 993. La rocca viene distrutta, le città saccheggiate. Successivamente i normanni conquistano la zona e costruiscono, sui resti dell’antico edificio, il nucleo del castello attuale.

Castello di Bamburgh

Con l’unione dei regni inglesi, il castello diventa un punto nevralgico di difesa dalle incursioni scozzesi. Durante la guerra delle due rose subisce un assedio lunghissimo. Infine la corona assegna la proprietà del castello alla famiglia Forster che lo domina fino al 1700. Segue un periodo di degrado finché, in tempi più recenti, viene acquistato dall’industriale William Armstrong che lo fa restaurare, lo ingrandisce e lo porta all’attuale splendore. Il castello appartiene ancora oggi alla famiglia Armstrong ma è aperto al pubblico.

Accanto alla storia ovviamente sorgono numerose leggende. Si dice che Bamburgh Castle fosse il castello di Lancillotto e che proprio da qui partì per salvare Ginevra dal rogo e da morte certa.

Ci sono poi leggende che parlano di fantasmi. Se masticate un po’ di inglese, sul sito ufficiale trovate quella della dama verde, per esempio. Si dice che si aggiri ancora tra le mura del castello.

Quel che è certo è che il titolo di king of castle il castello di Bamburgh se lo meriti proprio. E che non sorprende se qui sono stati girati innumerevoli film, tra cui l’ultimo adattamento  cinematografico del MacBeth nel 2015.

Castello di Bamburgh

Un castello talmente scenografico da sembrare finto.

Il castello di Bamburgh: informazioni utili per la visita

Le sale da visitare sono 14, la più bella è sicuramente quella centrale con tanto di mappamondo gigante.

Castello di BamburghCastello di BamburghCastello di Bamburgh

I bambini probabilmente adoreranno la sala accanto allo shop dove si possono sollevare e indossare elmi e dove ci si può cimentare in tanti giochi medievali in legno. E poi spade e armature ovunque, il paradiso di ogni cavaliere o principessa ribelle in erba.

Castello di Bamburgh

Castello di Bamburgh

Castello di BamburghCastello di Bamburgh

Il cortile del castello è molto grande. Si può salire sulle mura per godere di una vista mozzafiato sulla baia. In base al tempo che avete a disposizione organizzate la visita.

Castello di BamburghCastello di Bamburgh

Noi ci siamo stati un paio d’ore abbondanti ma non abbiamo visto proprio tuttissimo. E abbiamo passato un tempo considerevole all’esterno, dove c’erano anche una lippa e altri giochi in legno con cui giocare.

Castello di Bamburgh

Il castello è aperto dal 10 febbraio al 4 novembre, dalle 10 alle 17. I passeggini possono essere portati nel cortile ma non nelle sale di stato. Gli animali non sono ammessi, a parte i cani da guida per non vedenti.

Il costo per entrare al castello non è proprio economicissimo. Il biglietto famiglia (2 adulti e fino a 3 figli fino ai 18 anni) costa 26 sterline (circa 30 euro). Ma, se vi può consolare, è decisamente a buon mercato se confrontato al castello di Alnwick che merita un post a parte.

Se fate tappa a Bamburgh o se ci arrivate di passaggio vale la pena visitare anche il Grace Darling Museum, soprattutto dopo aver preso parte a un’escursione alla scoperta delle isole Farne. La storia di Grace Darling è molto affascinante e merita di essere approfondita. Ve ne parlerò nel post dedicato alle isole. Il museo è piccolissimo e gratuito. All’interno c’è un grosso faro interattivo dove i bambini possono divertirsi a schiacciare i pulsanti per illuminare le varie stanze. Gli orari di apertura sono: tutti i giorni dalle 10 alle 17 da Pasqua a fine settembre e da ottobre a Pasqua dal martedì alla domenica dalle 10 alle 16. Ultimo ingresso mezz’ora prima della chiusura.

Bamburgh Beach: la spiaggia di Bamburgh

La spiaggia di Bamburgh è semplicemente meravigliosa. Per noi è stata la degna conclusione di ogni giornata di visita. Per decomprimere, rilassarci, correre liberi, riposarci, cercare conchiglie.

Bamburgh BeachBamburgh BeachBamburgh BeachBamburgh BeachBamburgh Beach

O semplicemente ammirare il mare.Castello di BamburghCastello di Bamburgh

Dopo aver tentato di approcciarci alla spiaggia in vari modi, abbiamo scoperto la via più breve che vi consiglio. Attraversare la brughiera può essere avventuroso, ma la strada da percorrere a piedi per arrivare alla spiaggia richiede più tempo. Se avete bambini scalpitanti e stanchi che non hanno voglia di fare chilometri, ecco un consiglio prezioso che mi hanno dato all’ufficio informazioni.

Venendo da Seahouses, superate il castello lasciandovelo sulla destra. Girate poi subito dopo a destra seguendo le indicazioni per il Golf Club. A un certo punto troverete un piccolo parcheggio sterrato. Lasciate la macchina e la spiaggia sarà proprio davanti ai vostri occhi.

Questo è anche uno dei punti più scenografici per ammirare il castello dalla spiaggia.

Castello di Bamburgh

Tutte le foto più fighe del castello che ho trovato in rete sono state scattate da questa posizione. Se vi serve uno sfondo desktop ad effetto, direi che questo colpo d’occhio si presta perfettamente.

La spiaggia si allarga e restringe a seconda delle maree ma è sempre presente.

Che è bellissima l’ho già detto? Vi lascio qualche foto.

Castello di BamburghCastello di BamburghCastello di BamburghCastello di BamburghCastello di Bamburgh

Non so se le mie immagini sortiranno lo stesso effetto che hanno avuto sulla sottoscritta qualche mese fa. Ve lo auguro perché un viaggio in Northumberland mi sento proprio di consigliarvelo. Ovviamente se amate queste atmosfere. E se sognate di strafogarvi di cream tea.

Godere del bello del mare senza pensare alla prova costume. What else?

Bamburgh Beach

Sport fighissimo. Si scivola sulle onde con una tavoletta di legno ovale

 

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply MammaFarAndAway 6 luglio 2018 at 5:18 pm

    Godere del bello del mare senza pensare alla prova costume!! Ah ah!
    Mi fai morire!
    Ed ecco che la mia lista di desideri si allunga, non ce la farò mai a vedere tutto quello che vorrei, ma da qualche parte ho iniziato, vedremo quando e come arriveremo lassù!
    Mi salvo il post!
    Un mega abbraccio

    • Reply letiziadorinzi 6 luglio 2018 at 8:45 pm

      La lista dei desideri è davvero infinita. Io sogno la lavanda dalle tue parti in questo periodo. Prima o poi ce la faremo. Ti sei scelta un bellissimo posto per vivere. L’Italia è meravigliosa ma l’Inghilterra lo è altrettanto. Un abbraccione grande amica

  • Reply Alessandra 7 luglio 2018 at 10:06 am

    Vado assolutamente pazza per i castelli!!! Adesso ne dovrò visitare un altro ????

    • Reply letiziadorinzi 10 luglio 2018 at 6:07 am

      Ah ah ah! Mi sa di sì ;))

    Leave a Reply