Mostra Internazionale dell’Illustrazione per l’infanzia a Merate

Sarmede è un piccolo paesino in provincia di Treviso che conta poco più di 3000 abitanti. Un comune che probabilmente sarebbe rimasto sconosciuto ai più se non fosse stato per Štěpán Zavřel, pittore, illustratore e scrittore cecoslovacco stabilitosi a Rugolo, una frazione di Sarmede. Ed è stato proprio grazie a lui e a un gruppo di volontari se, nel 1983, è stata organizzata la prima edizione della Mostra Internazionale dell’Illustrazione per l’infanzia.  Un evento ormai pluri-consolidato che, da fine ottobre a dicembre,  trasforma Sarmede in un vero e proprio paese delle fiabe, con mille iniziative pensate a promuovere la cultura per i bambini.

La lettura è una delle mie (tante, forse troppe) passioni. La lettura rigorosamente di libri cartacei, sono antica lo so, da sfogliare e comprare in libreria. Sì, è vero, online si può risparmiare qualche euro (ma ne siamo proprio sicuri? Mai comprati dieci libri in libreria, mentre quando mi lascio tentare da Internet, quel carrellino stilizzato si riempie di roba inutile). E sì, è vero che acquistare con un clic è maledettamente comodo. Ma resta il fatto che il libro a scatola chiusa difficilmente lo compro. Mi deve piacere la consistenza della carta, il colore della copertina, devo annusare le pagine, devo toccarle. Devo vedere la grandezza dei caratteri. Insomma deve scoccare la scintilla.

E poi credo che, in quest’epoca in cui i centri commerciali la fanno da padroni,  i piccoli negozi vadano sostenuti. Sarebbe un disastro se un giorno le librerie indipendenti, quelle che non sono megastore da città, quelle dove il libraio quasi ti conosce per nome e sa quali sono i tuoi gusti, dovessero chiudere. Sarebbe una tragedia se si abbassassero per sempre le saracinesche delle vetrine che mettono in mostra meravigliosi capolavori di carta e riempiono di colore le vie più grigie. 

C’è da riflettere.

Ma torniamo a Sarmede.

Ogni anno, puntualmente, mi segno le date, e ogni anno succede qualcosa che mi impedisce di andarci. E – giuro, sono consapevole che non sia andata proprio così – mi piace pensare che quelli di Sarmede abbiano captato il mio interesse dal numero di clic approdati dal mio stanco e vecchio pc e abbiano deciso di farmi un bel regalo. Del resto se Maometto non va alla montagna, la montagna va a Maometto.

E fu così che uno spin-off della mostra approdò magicamente qui. E per “qui” non intendo nei paraggi, ma proprio nel mio comune di residenza. A due passi da casa, letteralmente.

L’associazione ARTEe20 di Merate ha organizzato questa bellissima mostra che va, a mio parere, pubblicizzata e sostenuta.

Mostra disegni 362

Sarete accolti da un’atmosfera rilassata e rilassante, magari cullati dal sottofondo musicale di un pianoforte. Ritroverete le immagini di libri bellissimi che forse hanno caratterizzato la vostra infanzia, come Cion Cion Blu.

Mostra disegni 370

Vi perderete tra le pagine di veri e propri capolavori, tutti a disposizione per essere sfogliati.

Mostra disegni 373Mostra disegni 364Mostra disegni 368Mostra disegni 369

Vedrete i bambini cimentarsi nelle loro opere creative, stimolati dalla fantasia e dal bello che li circonda. E probabilmente, siete avvertiti, tornerete a casa con un volume sottobraccio ma fieri di aver trascorso una mattina o un pomeriggio di qualità insieme ai vostri figli.

Mostra disegni 396

Mostra disegni 395

Perché in un mondo che sembra offrire solo brutture per le nuove generazioni, il bello è l’unica ancora di salvezza a cui aggrapparsi con tutte le forze. E spetta a noi genitori cercarlo e presentarlo su un piatto d’argento in tutte le sue varianti possibili.

INFORMAZIONI UTILI

Le mostre itineranti sono tante e si svolgono in diverse città del mondo. Fa un certo effetto  vedere il nome del proprio paese di residenza accanto a città come Madrid e Parigi.

Mostra disegni 385

Perciò il popolo della Brianza è avvisato, non avete scusanti. E per chi magari arriva da più lontano, perdersi tra le nostre colline può essere la degna conclusione di una giornata diversa. Lontano dal caos delle mete più battute.

La mostra, che si svolge all’Area Cazzaniga a Merate (soprannominata “I bastioni” e un po’ questa definizione fa sorridere perché, per me, i bastioni sono quelli di Saint-Malo) rimarrà aperta fino al 1 maggio con diversi eventi organizzati nel weekend, tutti pensati per promuovere l’arte in ogni forma, dalla musica al teatro.

Consultate il sito per maggiori informazioni.

Buona mostra!

Mostra disegni 367

P.S. Questa nota ironica è solo per i residenti. Anzi, per le mamme dell’asilo. Che tanto non mi leggono perché nessuno è profeta in patria. Però non potevo resistere. Mamme, avete presente l’Area Cazzaniga, quell’edificio dal fascino discutibile che ospita un parcheggio gratuito per la prima ora? Sì avete capito bene, GRATUITO. Questo vuol dire, udite udite, che potete parcheggiare tranquillamente l’auto e accompagnare i vostri pargoli senza sborsare un centesimo. E senza intasare la zona pedonale o ammassarvi davanti al cancello. Lo so, sembra pazzesco ma giuro che è così. Figo, non trovate?

 

2 thoughts on “Mostra Internazionale dell’Illustrazione per l’infanzia a Merate”

  1. Ma scusa, “chiappe d’acciaio” (si, proprio quelle mamme che passano un’ora al mattino a pettinarsi i capelli e altrettanto a farsi il trucco) mica hanno il tempo di andare a parcheggiare! Devono correre in palestra a tonificare i glutei, perché non hanno ancora capito che 50 passi al giorno (tanto li separa il parcheggio dall’ingresso dell’asilo!!), tutti i giorni, avrebbero lo stesso effetto di un’ora di zumba, gag, step o vattelapesca!
    Provare per credere! …già ma tanto, come dici tu, loro non leggeranno!

  2. Esatto! Guarda ero con Davide e ha dovuto fare lo slalom tra le macchine. MI sono proprio infuriata, da qui lo sfogo pubblico. Che tanto non cambierà nulla. Ma non sopporto che ci si lamenti dei massimi sistemi, del governo, dell’inquinamento globale ecc ecc e poi si fa fatica a fare ognuno la propria parte.

Rispondi